Home / Magazine / WebGiornale / Cultura / Venerdì si inaugura “La città che non vorrei”

Venerdì si inaugura “La città che non vorrei”

Torre del Greco. Tutto pronto per l’inaugurazione de “La città che non vorrei”, il primo contest fotografico che mette in mostra il peggio di Torre del Greco. Venerdì 1 luglio, a partire dalle 18.30 all’Udc- sezione don Luigi Sturzo di via Marconi, saranno esposti gli scatti che hanno guadagnato l’accesso alla finale del concorso fotografico promosso dall’Udc Torre del Greco. Foto davvero impietose, immagini forti ed istantanee inquietanti che ritraggono gli aspetti più degradanti della città corallina. Oltre 150 i lavori in vetrina alla sezione di via Marconi 27: tra questi una giuria di esperti sceglierà i tre vincenti a cui andranno in premio targhe, coppe ed una macchina fotografica professionale. All’inaugurazione del contest seguirà un convegno-dibattito con gli autori degli scatti, con un gruppo di professionisti del settore e i cittadini che, durante il dibattito, potranno prendere la parola per discutere degli aspetti da cambiare di Torre del Greco e delle proposte di rilancio della città. Ad occuparsi di cultura ci sarà la professoressa Lina De Luca, accompagnata dal collega Mario Albanese con una riflessione sull’istruzione e sull’edilizia scolastica. A discutere di riqualificazione del centro storico e di sviluppo del territorio Francesco Boccia, noto imprenditore corallino mentre l’ingegnere Marianna Pirone del Politecnico di Napoli interverrà sulla sicurezza del territorio e sulle vie di fuga. A chiudere i lavori il dottore Filippo Colantonio, commissario cittadino dell’Udc che parlerà di emergenza sanitaria e ospedale Maresca. “Ogni cittadino potrà prendere la parola al dibattito per offrirci suggerimenti e parlarci dei mali di Torre del Greco – spiega Colantonio – Anche chi non ha partecipato al contest con le fotografie  potere ugualmente raccontarci cosa non vorrebbe a Torre del Greco, cosa non apprezza della città e quali sono gli aspetti degradanti del nostro paese. Tutte le proposte saranno inviate ai nostri rappresentanti istituzionali per una seria concertazione”. L’appuntamento dunque è per il primo luglio alla sede dell’Udc sezione don Sturzo per un confronto libero sul futuro di Torre del Greco. “Confronto al quale – conclude Colantonio – abbiamo invitato il sindaco Ciro Borriello da cui ci aspettiamo risposte serie”.

Comunicato stampa

Vedi Anche

Elio Germano e Teho Teardo, al Bolivar omaggio al “primo” Pasolini

Dopo  “Viaggio al termine della notte” di Cèline, egregiamente portato in scena nel reading -musicale …