Home / Magazine / WebGiornale / Cultura / Ercolano candidata Capitale Italiana della Cultura del 2016

Ercolano candidata Capitale Italiana della Cultura del 2016

Ercolano candidata Capitale Italiana della Cultura del 2016.Il sindaco Buonajuto: «Sfruttare questa occasione per creare strutture ed eventi che restino nel tempo»

«La candidatura di Ercolano a Capitale Italiana della Cultura per gli anni 2016 e 2017 rappresenta un’occasione straordinaria non solo per la nostra città, ma per l’intera area Vesuviana e per tutta la Campania. A noi non interessa solo vincere, ma riuscire attraverso questa iniziativa a creare infrastrutture ed eventi che possano diventare punti di riferimento stabile per il futuro della città.Per questo, abbiamo pensato di creare una sorta di Comitato promotore della candidatura di Ercolano che veda coinvolti i responsabili dei principali attrattori del territorio (Soprintendenza, Parco del Vesuvio, Ente Ville Vesuviane, Mav, Scabec) ed i rappresentanti di associazioni, consorzi e imprese impegnate in ambito turistico sul territorio locale», così il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto nel corso della presentazione della prima seduta del tavolo di confronto che preparerà il dossier da inviare al ministero.

L’incontro organizzato dall’Amministrazione Comunale si terrà il 13 luglio. Ercolano concorrerà per il titolo di Capitale Italiana della Cultura per l’anno 2016.

Ciò significa presentare il dossier entro il 15 settembre: «Possiamo farlo fin da subito perché abbiamo già un ottimo progetto e soprattutto perché abbiamo una città, una storia e delle attrazioni culturali che non hanno bisogno di presentazioni – prosegue Buonajuto – Metteremo in mostra il nostro patrimonio, per il piacere dei turisti e per la vivibilità e l’orgoglio dei residenti che dovranno essere fieri di essere custodi di questo patrimonio» . Nello specifico, il progetto di eventi già presentato al Mibact da Ercolano prevede 20 azioni da tenersi in punti diversi attraverso la valorizzazione di percorsi e strutture cittadine come i principali attrattori (Scavi, Vesuvio, Ville Vesuviane e Mav), ma anche realtà da recuperare come il Mercato di Pugliano e le due stazioni ercolanesi della Circumvesuviana.

«Quest’occasione è troppo importante e può segnare un eccezionale trampolino per il rilancio della città e per la valorizzazione delle attrazioni culturali e turistiche del territorio – conclude Buonajuto – Un ringraziamento va agli ex assessori Gioacchino Acampora e Carmen Aprea che formalizzarono la candidatura di Ercolano al concorso e alla Pro Loco e al Forum dei Giovani che hanno dato un contributo importantissimo per la redazione del progetto presentato nella prima fase e arrivato i dieci finalisti in Italia».

Ercolano, 3 luglio 2015

 

 

Comunicato Stampa

 

Vedi Anche

DIRETTA del Convegno “Il mare, un volano per il turismo” – Chi tene ‘o mare – Festival del Mare del Miglio d’Oro

Riflessione e dibattito sul potenziamento e la riqualificazione delle aree costiere nell’ambito di Chi tene …