Home / Magazine / WebGiornale / Cultura / Eva Hitler, la donna che amò il Führer

Eva Hitler, la donna che amò il Führer

In scena al Circolo Teatro Arcas uno struggente spettacolo ispirato al rapporto di due amanti che hanno cambiato la storia: Adolf Hitler ed Eva Braun. Un amore tormentato che contribuì, non poco, alla degenerazione del Führer. Eva Hitler è uno spettacolo che la compagnia Imprenditori di Sogni mette in scena utilizzando l’elemento della coralità, pezzo forte della perfomance. A colpire sono anche i dialoghi, opera di Riccardo Citro, giovane autore, che ha curato anche la regia dimostrando una grande maturità oltre all’originalità nel difficile lavoro di trasposizione di una storia così complessa e già ampiamente conosciuta. La piéce trova la sua forza nel collettivo. Tutti i personaggi hanno la propria caratterizzazione e un ruolo specifico nella tragedia personale di Eva. Ottima la performance della protagonista, interpretata da Roberta Astuti, ma anche quella degli altri interpreti: Saverio Esposito/Kurt il viennese, Paolo Gentile /Morell il medico, Fabiana Russo/Traudl la segretaria, Viviana Cangiano Paula ed Eva e Martina Liberti/Anna ed Eva la coscienza buona e cattiva della protagonista. Una storia d’amore raccontata sottolineando l’ unilateralità del rapporto, in cui Eva è l’unica ad essere innamorata tra i due. Un amore sconfinato e provato per un uomo in pieno delirio di onnipotenza. Sono infine i costumi e le luci a completare il mosaico contribuendo a rendere l’ambiente tetro e opprimente, che rende la fine incessante e inevitabile.

Mimmo Caiazza

Vedi Anche

Nasce la Scuola delle Arti del Miglio d’Oro

Polo formativo finalizzato a qualificare i talenti delle giovani leve votate alle arti performative ed …