Home / Magazine / Diritti / Tead, turismo per persone con disabilità

Tead, turismo per persone con disabilità

Una formazione specifica per tutti gli operatori del settore turistico affinché non siano colti impreparati dai bisogni e dalle richieste di un viaggiatore disabile. È quanto è stato realizzato dal progetto europeo Tead che vede la Polonia in prima fila. Tead è la seconda fase di un progetto chiamato Acad che si impegnava a venire incontro ai disabili nel campo della ristorazione alberghiera. Sarebbe molto bello se si riuscisse ad estendere quest’idea anche ad altri operatori turistici, come addetti nei centri di informazione, alle agenzie di viaggio, le guide turistiche e creare quindi un manuale da inserire nella formazione degli impiegati nel settore turistico.

Fabio Noviello

Vedi Anche

UNICEF su GIORNATA CONTRO LO SFRUTTAMENTO DEL LAVORO MINORILE

Dichiarazione di Catherine Russell, Direttore generale dell’UNICEF Per la prima volta dal 2000 è aumentato …