Home / Magazine / Legalità / XXVIII Giornata della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie: “E’ possibile”

XXVIII Giornata della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie: “E’ possibile”

Milano 20 e 21 marzo 2023

XXVIII Giornata della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie

Partenza corteo Corso Venezia – Arrivo Piazza del Duomo

Programma

Lunedì 20 marzo

ore 15.00 Assemblea dei familiari presso l’Università Statale di Milano (porte chiuse)

ore 18.00 Veglia ecumenica presso la Basilica di Santo Stefano Maggiore

Martedì 21 marzo

ore 8.30 Ritrovo e Inizio concentramento dei partecipanti Corso Venezia
ore 9.00 Partenza del corteo
ore 10.30 Arrivo dei partecipanti e dei familiari delle vittime innocenti delle mafie a Piazza del Duomo
ore 10.45 Saluti del Presidente di Avviso Pubblico
ore 11.00 Lettura dei nomi delle vittime delle mafie dal palco
ore 11.45 Intervento conclusivo di Luigi Ciotti

ore 14.30/17.00, inizio dei 15 seminari di approfondimento e delle proposte dedicate ai gruppi/scuole

La Giornata Nazionale della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie giunge alla sua ventottesima edizione. La Giornata è riconosciuta ufficialmente dallo Stato, attraverso la legge n. 20 dell’8 marzo 2017. È una giornata che per la rete di Libera costituisce un punto di arrivo e di ripartenza, in cui dare spazio anche alla denuncia della presenza delle organizzazioni criminali e delle connivenze con politica, economia e massoneria deviate.

L’edizione 2023 a Milano

Libera ha scelto nel 2023 di proporre la manifestazione a Milano in una città del Nord (dopo Padova, nel 2019) e di organizzare nuovamente, superati i limiti imposti dalla pandemia, un corteo nazionale. Ci ritroveremo in Lombardia da ogni parte d’Italia, per catalizzare le energie di quanti vogliano impegnarsi per la costruzione di orizzonti di giustizia sociale, avverso le mafie e la corruzione. L’obiettivo è un coinvolgimento ampio di tutto il territorio nazionale, con collegamenti internazionali con Europa, Africa, America Latina, grazie alla collaborazione con esponenti delle istituzioni e della società civile.

Lo slogan “È possibile”

Lo slogan di questa Giornata vuole portarci a riflettere su ciò che ciascuno di noi può fare per l’affermazione dei diritti e della giustizia sociale.La parola “possibile” deriva da “potere” e indica ciò che si può realizzare, ciò che può accadere. Oggi ci troviamo su un sentiero oscuro, dove talvolta non ci sono neanche le stelle a farci da guida. Sappiamo che “è possibile” superare questa fase se a metterci in gioco siamo tutti, insieme: solo con il noi si può arrivare ad affermare la pace, la giustizia, la verità, i diritti, l’accoglienza e la libertà.

Con il Sostegno di

MIM; Presidenza del Consiglio- Struttura di Missione anniversari Nazionali ed eventi sportivi nazionali e internazionali; Fondazione con il Sud; CEI;

Osservatorio Legalità e Sicurezza Regione Lazio; Banca Etica; Fondazione BPM;

Fondazione Cariplo; Fondazione Unipolis; CIA, COOP;Lauretana, Novamont

In collaborazione

con Trenitalia; Trenord; Csv

Si ringrazia

Camera di Commercio Milano, Monza Brianza, Lodi, Banca d’Italia; Camera del Lavoro; Diocesi di Milano, Università Statale di Milano; Acli Milano; Caritas;

Liceo Volta Milano; Liceo Manzoni Milano

TUTTI I DETTAGLI SU LIBERA.IT

Vedi Anche

“Raccontiamo il bene” – Le pratiche di riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie

I numeri, le esperienze e le proposte. Dossier di Libera in occasione dell’anniversario della  legge …