Home / Magazine / Diritti / Luci spente al “Rosolino”: la cena e’ al buio

Luci spente al “Rosolino”: la cena e’ al buio

La Sezione di Napoli dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS e l’Unione Nazionale Italiana Volontari Pro-Ciechi, in collaborazione con l’Associazione Italiana Notai Cattolici e l’Istituto Statale Viale delle Acacie, propongono per domenica 17 aprile la straordinaria e coinvolgente esperienza della “cena al buio” presso il ristorante “Rosolino” sito in Via Nazario Sauro, 2 Napoli .

Questa tipologia di eventi culturali, da qualche anno, raccoglie in tutta Europa convinti consensi, coniugando solidarietà ed enogastronomia in uno stimolante gioco di riconoscimento di odori e sapori dove anche l’incontro con l’altro avviene attraverso un approccio del tutto nuovo e sorprendente.

Nella sala completamente oscurata, in compagnia di commensali sconosciuti con i quali ci si troverà a condividere impressioni, emozioni ed anche difficoltà, camerieri non vedenti accompagneranno gli ospiti in un particolare viaggio nel gusto per quella che sicuramente sarà una serata diversa da tutte le altre!

Durante la degustazione delle pietanze preparate magistralmente dagli chef del Rosolino, i camerieri non vedenti cercheranno di far comprendere la disabilità visiva attraverso giochi, racconti, aneddoti e un intrattenimento che farà diventare gli ospiti i veri protagonisti della serata.

L’evento è organizzato con il contributo di Gianluca D’Agostino di Banca Mediolanum.

Il ricavato dell’iniziativa sarà destinato a finanziare un progetto finalizzato all’inclusione di alunni disabili visivi nell’Istituto Scolastico “Viale Delle Acacie” sito nel quartiere Vomero.

“Solo con la piena inclusione si può avere una vera istruzione!” I dirigenti e i volontari dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti sono convinti di ciò e per questo mettono in campo tutte le energie possibili per collaborare con le istituzioni scolastiche e per supportarle nel loro lavoro quotidiano. “In questa occasione”, afferma il Presidente dell’UICI Mario Mirabile, “si coniugherà la raccolta fondi per finanziare un progetto di inclusione scolastica con la divulgazione di quelle che sono le difficoltà, ma soprattutto le potenzialità dei disabili visivi i quali, se messi nelle giuste condizioni, possono davvero raggiungere importanti traguardi e soprattutto condurre una vita normale.

 

C.S.

Vedi Anche

UNICEF su GIORNATA CONTRO LO SFRUTTAMENTO DEL LAVORO MINORILE

Dichiarazione di Catherine Russell, Direttore generale dell’UNICEF Per la prima volta dal 2000 è aumentato …