Home / Magazine / Diritti / Cannabis, bloccata la depenalizzazione

Cannabis, bloccata la depenalizzazione

Resta bloccata la pena per chi in Italia decide di coltivare la pianta più discussa degli ultimi secoli, la Cannabis. Dopo il blocco alla cancellazione del reato di clandestinità, attraverso le parole del premier Matteo Renzi, viene illustrata anche la linea del Governo sulla depenalizzazione per la coltivazione della cannabis, secondo il premier infatti se fosse portata a termine così su due piedi, senza un’adeguata sensibilizzazione dell’opinione pubblica, si rischierebbe di ingenerare il dubbio che si stia cedendo nella lotta agli stupefacenti. Resterà così il carcere fino a un anno e la multa da uno a quattro milioni di euro per chi coltiva anche una sola piantina di cannabis, fosse pure a scopo terapeutico. Vincono quindi le pressioni del Nuovo Centro Destra da sempre contrario a questo svolta socio-culturale; intanto il monopolio della vendita di questi prodotti in Italia resta sempre delle organizzazioni criminali, che da questo commercio da secoli ricavano grandi profitti da reinvestire nelle attività criminose.

Fabio Noviello

Vedi Anche

UNICEF su GIORNATA CONTRO LO SFRUTTAMENTO DEL LAVORO MINORILE

Dichiarazione di Catherine Russell, Direttore generale dell’UNICEF Per la prima volta dal 2000 è aumentato …