Home / Magazine / Diritti / Facebook, gli standard di comunità non rispettano i disabili

Facebook, gli standard di comunità non rispettano i disabili

Qualche giorno fa è arrivata in redazione la segnalazione di una pagina sul social network più conosciuto. La pagina di Facebook in questione è “Marciapiedi rovinati dalle discese per i disabili” che nelle informazioni riporta la seguente dicitura: “Diciamo basta alle discese per disabili, non fanno che rovinare la bellezza delle strade, inciampare mentre si cammina, sprecare spazio per i parcheggi”.

Abbiamo provveduto a segnalare, come altri, la pagina in questione agli amministratori del social network che, dopo un paio di giorni, ha risposto. La risposta giunta non è stata quella che ci si poteva attendere. Come si può leggere dalla foto dell’articolo, che è uno screenshot della mail ricevuta da Facebook, gli amministratori scrivono che “abbiamo controllato la Pagina che hai segnalato perché rappresenta un contenuto indesiderato e abbiamo stabilito che rispetta i nostri Standard della comunità”. Andando a spulciare gli standard di comunità ai quali si fa riferimento nella mail si trova la sezione “Invito a un comportamento rispettoso” nella quale si può leggere che “per bilanciare in modo adeguato le esigenze, la sicurezza e gli interessi di una comunità eterogenea, potremmo rimuovere alcuni tipi di contenuti inappropriati o limitare il pubblico che li può vedere”. Evidentemente i contenuti segnalati non sono ritenuti da Facebook inappropriati. Non deve essere inappropriato offendere una categoria di persone. Oltre al nome della pagina, offensivo di suo, anche i post hanno lo stesso tenore, se non ancora più offensivo.

Il diritto ad esprimere le proprie opinioni è sancito sia dalla Costituzione italiana che dalla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali. Queste opinioni non dovrebbero però intaccare la libertà di altri.

Ciro Oliviero

SULLO STESSO ARGOMENTO POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Facebook chiude la pagina contro i disabili

Vedi Anche

CSV Napoli, sportello territoriale a Sant’Antonio Abate. Venerdì 6 maggio l’inaugurazione

A Sant’Antonio Abate nasce lo sportello per il volontariato di CSV Napoli, destinato a sostenere …