Home / Magazine / Legalità / LIBERO CINEMA IN LIBERA TERRA • 17ª edizione festival di cinema itinerante contro le mafie

LIBERO CINEMA IN LIBERA TERRA • 17ª edizione festival di cinema itinerante contro le mafie

luglio / ottobre 2022
Contro le mafie, dal 2006, Cinemovel e Libera realizzano il Festival di cinema itinerante. Col suo carico di film, il furgone di Libero Cinema viaggia per le strade della penisola portando il suo messaggio nelle piazze, nei parchi, nelle periferie, nelle terre confiscate ai boss e restituite alla legalità per promuovere, attraverso la cultura, l’allargamento degli spazi democratici.

Negli ultimi due anni, a causa della pandemia che ha reso ancor più urgente tenere sotto i riflettori la lotta a mafie e corruzione, con Libero Cinema in Libera Terra abbiamo sperimentato nuove modalità, tra reale e virtuale, per condividere film, dibattiti, eventi culturali costruendo spazi di incontro. Anche l’edizione 2022 sarà all’insegna di azioni miste dal vivo e on line.

Nuove Generazioni: nell’anno del trentesimo anniversario delle stragi di mafia, che hanno profondamente segnato il paese, Libero Cinema dedica il suo viaggio alle nuove generazioni, costruendo momenti di ascolto e riflessione per ridare spazio ai bisogni di ragazze e ragazzi, alle loro emergenze, al futuro. Se come diceva Antonino Caponnetto, padre del pool antimafia, “le mafie temono più la scuola che la giustizia”, ci sembra quanto mai urgente mettere al centro dell’agire sociale l’attenzione a un’istruzione pubblica di qualità, condizione necessaria per contrastare la criminalità, la violenza, la sopraffazione mafiosa a livello locale e internazionale.

La carovana di cinema itinerante porterà nelle piazze, da nord a sud, il film Nulla di sbagliato dei registi Davide Barletti e Gabriele Gianni, prodotto da Cinemovel in associazione con CIAI e con l’Impresa sociale Con i bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile.

Girato interamente da remoto durante l’anno scolastico 2020/2021, Nulla di sbagliato è un viaggio immersivo alla ricerca del significato del Tempo, centrato sull’ascolto delle ragazze e dei ragazzi che si trovano ad affrontare il delicato passaggio dal mondo dell’infanzia a quello della adolescenza. Attraversando tutto l’anno scolastico, il film restituisce un racconto intimo e al tempo stesso corale, che mette insieme i frammenti reali e fantastici di una generazione che ha enormemente sofferto i limiti del lockdown. Le ragazze e i ragazzi, con le loro storie, ci aprono le porte a un mondo dimenticato e spesso inascoltato, dove l’immaginazione e le emozioni posseggono ancora un potere magico.

È la cultura che dà la sveglia alle coscienze. Noi abbiamo la responsabilità della cultura e la cultura è responsabilità”, ricorda Luigi Ciotti, fondatore di Libera. E nel merito Ettore Scola sottolineava: “I più grandi nemici della mafia sono la cultura e la conoscenza. Il suo miglior amico è l’ignoranza. Proprio quella che vediamo diffondersi anche nel nostro paese come una nuova ideologia e per combatterla anche il cinema può fare la sua parte”.

Il viaggio: il furgone di Libero Cinema “vestito” con la grafica del Festival, viaggerà per le strade del paese, dal 14 al 21 luglio. È di per sé un evento e uno straordinario strumento di comunicazione. Sorprende dove arriva, e la sorpresa è nemica delle mafie, come la cultura.

Quest’anno la carovana apre a Milano nel Parco Trotter, tra Via Padova e Via Giacosa, per raggiungere e incontrare una comunità di studenti, insegnanti e genitori da sempre attenti alla costruzione di pratiche virtuose.

Seconda tappa ad Ancona, presso l’Istituto Comprensivo Grazie Tavernelle, scuola impegnata nell’inclusione sociale e la mediazione culturale. Un cortile che si apre alla cittadinanza per accogliere e riflettere, insieme agli ospiti della serata, sulle sfide lasciate dalla pandemia e sul ruolo attivo della comunità educante.

Dalle Marche alla Puglia, con la tappa di Cerignola, a fianco della Cooperativa Sociale “Pietra di Scarto” che lavora con lo scopo di dare un’opportunità di inserimento lavorativo a persone a rischio di esclusione sociale.

In Campania Libero Cinema fa tappa a Aversa, con il Comitato Don Peppe Diana, per tenere accesi i riflettori su un territorio che lotta ogni giorno per ottenere libertà e giustizia.

In Calabria Libero Cinema fa tappa a Polistena, insieme alla cooperativa Valle del Marro – Libera Terra, oltre al lavoro sui terreni agricoli confiscati alla ‘ndrangheta e restituiti alla legalità, la cooperativa ha dato vita, in un palazzo confiscato, al Centro “Padre Pino Puglisi” luogo di inclusione sociale e simbolo di riscatto dell’intera comunità.

Si chiude in Sicilia, a Scordia, in provincia di Catania, per sostenere la nascita di un nuovo presidio di Libera, composto in prevalenza da docenti e attivisti del mondo educativo.

Libero Cinema riaccende i motori il 1°ottobre con la tappa a Ferrara, al Festival di Internazionale con film e incontri per approfondire le sfide che il mondo dell’educazione consegna quotidianamente alla società civile.

Libero Cinema Online: dal 10 al 16 ottobre Libero Cinema si trasferisce online, con una sala virtuale su Mymovies aperta alle scuole e al pubblico di tutta Italia. Da Jean Vigo a Bellocchio, il programma prevede la proiezione dei capolavori della storia del cinema che hanno aperto strade nuove di racconto mettendo al centro le giovani generazioni. Accanto ai film che nella storia del cinema hanno dato voce ai giovani di tutto il mondo, la 17a edizione di Libero Cinema in Libera Terra propone opere prime di studentesse e studenti del Centro Sperimentale di Cinematografia di Palermo, diretto dalla regista Costanza Quatriglio e dedicato al cinema documentario. Tante le opere, tra corti e lungometraggi, presentati per la prima volta all’interno del Festival di Libero Cinema, restituendo una traccia significativa di come giovani autrici e autori osservano e raccontano il mondo attorno a noi.

Nel palinsesto del Festival online anche le interviste realizzate in remoto o dal vivo durante la carovana, per riflettere sulla “Prima volta”, ovvero sull’accesso alla cultura per le ragazze e i ragazzi di tutta Italia.

Libero Cinema Incontra: ogni sera in piazza, sotto lo schermo, registe, registi, autori, autrici, attiviste e attivisti del mondo della cultura, dell’educazione, della società civile responsabile incontrano il pubblico e il territorio con talk che accompagnano la visione del film su grande schermo. Le conversazioni saranno riprese e condivise nella sezione Incontri del festival online su Mymovies in ottobre.

Libero Cinema, qualche numero prima della “maggiore età” In vista del raggiungimento della 18a edizione del Festival, nel 2023, Libero Cinema in Libera Terra tira le somme di un percorso avviato nel 2006:

• 17 edizioni
• 220 tappe
• 153 film proiettati
• 92 comuni raggiunti
• 16 regioni attraversate
• 150.000 chilometri percorsi
• 100.000 circa le persone che compongono la comunità di Libero Cinema, tra spettatrici e spettatori dal vivo e on line.

Una modalità ancora oggi innovativa per facilitare l’accesso alla cultura in quelle aree del paese che, da nord a sud, hanno visto chiudere le sale cinematografiche e i presidi culturali. Tante le esperienze culturali nate in questi anni nei luoghi raggiunti dalla carovana a sottolineare la necessità di continuare a costruire ponti tra centri e periferie, paesi e altri paesi, perché è in questi vuoti che proliferano le attività delle criminalità organizzate.

Libero Cinema in Libera Terra è promosso da Cinemovel Foundation e Libera, con la partnership istituzionale di Fondazione Unipolis e il sostegno di Coop Alleanza 3.0

IL PROGRAMMA

www.cinemovel.tv – info@cinemovel.tv
335.7202743 / 338.7814778 / 393.4053112

c.s.

Vedi Anche

“Raccontiamo il bene” – Le pratiche di riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie

I numeri, le esperienze e le proposte. Dossier di Libera in occasione dell’anniversario della  legge …