Home / Magazine / Vittime Innocenti / 23 febbraio: una vittima a San Giorgio a Cremano

23 febbraio: una vittima a San Giorgio a Cremano

23 febbraio 1982 SAN GIORGIO A CREMANO (NA)

Antonio salzano, 43 anni, Maresciallo di Polizia è ucciso in casa sua la notte del 23 febbraio 1982 a San Giorgio a Cremano.
La moglie racconta che i killer hanno bussato alla porta e sparato a raffica con due pistole, colpendolo al petto, al collo, allo stomaco ed alla tempia sinistra con una rivoltella 38 special. Subito dopo si sono dileguati in automobile.
Dodici ore prima Salzano si trova nel Palazzo di Giustizia, quando nelle camere di sicurezza è ucciso il boss Antonio Giaccio, detto “Scialò” ed è ferito Gennaro Liccardi, capo della “Nuova Famiglia” di Forcella, entrambi ritenuti anti-cutoliani. Una telefonata anonima al quotidiano Il Mattino cerca di gettare fango sul Maresciallo, incolpandolo di aver fornito le armi ai detenuti. Qualche tempo dopo Michele Montagna, affiliato dei cutoliani, dichiara di aver ucciso e ferito Giaccio e Liccardi, scagionando definitivamente Antonio Salzano.

 

FONTE: fondazionepolis.regione.campania.it

Vedi Anche

Vittime innocenti: 11 giugno

1948 Marcantonio e Antonio Giacalone1980 Giuseppe Valarioti1990 Nicodemo Panetta e Nicodemo Raschellà1990 Rosario Sciacca1997 Silvia …