Home / Magazine / Recensioni / ‘Extreme Jukebox’, un film poco horror, ma rock al punto giusto

‘Extreme Jukebox’, un film poco horror, ma rock al punto giusto

‘Extreme Jukebox’ è un film che parte dal mondo del rock, nel quale è ambientato, ma si affaccia alla vita quotidiana e sconfina in altri generi. Una commistione di generi filmici e musicali tipica delle narrazioni anni ’80.

Gli sceneggiatori Alberto Bogo e Andrea Lionetti lo definisco un horror-rock movie, ma la parte horror si limita alla definizione, in quanto non è un film che incute timore o fa sobbalzare dalla sedia chi lo guarda. Una scelta voluta, secondo quanto dichiarato ai microfoni di Radio Siani, nel corso della trasmissione ‘Headbanger’ di giovedì sera, da Alberto Bogo, che è anche regista del film. Dichiarazione che non si fa tardi a confutare osservando i personaggi sopra le righe, la recitazione amatoriale.

Per scelta narrativa e registica il film è pieno di luoghi comuni e di riferimenti neanche troppo velati a film, cartoni animati e serie televisive, dei quali sottolinea e calca, facendone la parodia, gli aspetti più assurdi e inverosimili. Esempio lampante in tal senso sono le intuizioni degli investigatori che qui, come in alcune serie di respiro internazionale, riescono ad individuare la soluzione del caso da un non nulla. Da indizi quasi impercettibili. Da collegamenti che neanche Nostradamus in taluni casi sarebbe stato in grado di mettere assieme. Tra le citazioni famose non si può non registrare anche quella ad ‘Alice nel paese
delle meraviglie’ con il cappellaio matto e un improbabile Elvis come maggiordomo.

Parodia scenica sono le maschere degli assassini, che sembrano realizzate dal disegno di un bambino, ma che in realtà vogliono mettere l’accento sull’assurdità di certe creature mostruose dei film di genere.

Tutto il film gira attorno alla maledizione di un lp e, si scoprirà poi, anche di una audio cassetta. Quando uno di questi due supporti viene ascoltato succede qualcosa di inaspettato nella piccola cittadina ligure.

Jessie Cake, cantante metal in ascesa, si troverà ad affrontare avversità che nella vita quotidiana non si immaginerebbe neppure di dover guardare in film seduto sul divano di casa sua. E con un Pino Scotto in un ruolo inedito.

Se non vi fosse bastato a darvi un’idea ecco il trailer di ‘Extreme Jukebox’.

Ciro Oliviero 

di Redazione

Vedi Anche

Creed II

Il giovane Adonis, riceve la sfida di Viktor, figlio di Ivan “ti spiezzo in due” …