Home / Magazine / Legalità / Progetti di edilizia sociale, la soluzione al disagio abitativo

Progetti di edilizia sociale, la soluzione al disagio abitativo

ALLEANZA COOPERATIVE ITALIANE CAMPANIA: IN CRESCITA DISAGIO ABITATIVO. CHIEDIAMO ALLA REGIONE CAMPANIA SUBITO SOLUZIONI DI ACCESSO ALLA PRIMA CASA CON PROGETTI DI EDILIZIA SOCIALE

Il Coordinamento Abitanti dell’Alleanza delle Cooperative Italiane della Campania ( Aldo Carbone – Antonio Gesummaria – Carmine Russo) ha posto all’attenzione dell’Assessore regionale del Governo del Territorio, Fulvio Bonavitacola, “la necessità di dare un’accelerazione alle soluzioni di accesso alla prima casa con l’utilizzo di risorse regionali ed europee, in quanto il disagio abitativo nella nostra regione è in evidente crescita”.

Per l’Alleanza delle Cooperative Italiane della Campania, una è la soluzione: “è necessario attuare subito progetti di Edilizia Sociale, privilegiando soprattutto l’offerta di tipologie abitative di piccolo taglio, dando attuazione a quelli già di pronta cantierizzazione e puntando su una pluriennale programmazione”.

Una recente indagine, su scala nazionale, prodotta dal Cresme e commissionata anche dalla cooperazione di Abitanti, ha posto in rilievo che nei prossimi otto anni, considerando la capacità reddituale delle famiglie, in rapporto ai valori di mercato della casa , un terzo di esse potrà avere seri problemi nel sostenere una compravendita. Solo il 20% delle famiglie sembrerebbe essere in grado di accedere senza problemi al libero mercato; mentre, per le condizione reddituali, il 50% circa delle persone che acquisterà la casa nei prossimi anni si orienterà all’edilizia convenzionata.

A farne le spese, sono soprattutto i giovani. Il rincaro degli affitti e la non accessibilità dei prezzi delle case, le rigidità bancarie di ingresso al credito frena soprattutto chi ha tra i 18 e i 34 anni : e si aggiunga il primato negativo di secondi in Europa, come Paese, dove 7 giovani su 10 vivono ancora con i genitori!

Comunicato stampa

Vedi Anche

Ignoti rimuovono lo striscione di Maurizio Cerrato, Comitato di Liberazione: “Lo rimetteremo Mercoledì 27 luglio ore 18, se ne facciano una ragione”

“Risponderemo con la mobilitazione a chi con la solita arroganza, sopraffazione e violenza ha deliberatamente …