Home / Magazine / Vittime Innocenti / 2 marzo: cinque vittime

2 marzo: cinque vittime

2 Marzo 1948 Petralia Soprana (PA)
Ucciso Epifanio Li Puma, socialista, dirigente del movimento contadino per l’occupazione delle terre incolte.

2 Marzo 1988 Palermo
Ucciso Donato Boscia (in foto), 31 anni, direttore del cantiere dell’impresa romana Ferrocementi. Morì perché stava costruendo una sezione dell’ acquedotto siciliano sul quale la mafia non era riuscita a mettere le mani.

2 Marzo 1994 Adelaide (Australia)
Una bomba al fosforo rosso uccide il sergente Geoffrey Bowen. Un pacco bomba con materiale plastico potentissimo inviato al quartier generale dell’ente anticrimine australiano NCA supera i controlli degli scanner e uccide Geoffrey Bowen, un detective di trentasei anni impegnato in indagini sulla ‘ndrangheta, dal traffico di droga agli omicidi, alle estorsioni e al riciclaggio di denaro.

2 Marzo 2000 Isola Capo Rizzuto (Crotone)
Francesco Scerbo, 29 anni, vittima innocente. si è trovato sulla traiettoria di tiro dei sicari mafiosi.

2 Marzo 2002 Maida (Catanzaro)
Ucciso l’avvocato Torquato Ciriaco, consulente di un’impresa edile di Lamezia Terme e titolare di alcuni appalti affidati dall’Anas. Il delitto potrebbe essere collegato agli appalti per l’ammodernamento dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria.

 

FONTE: vittimemafia.it

Vedi Anche

Vittime innocenti: 19 aprile

1993 Luigi Iannotta2021 Maurizio Cerrato 1993Luigi IannottaAssessore di 49 anniUcciso a Santa Maria Capua Vetere …