Home / Magazine / Legalità / Masseria Antonio Esposito Ferraioli: un Giardino didattico grazie al Progetto del CSV

Masseria Antonio Esposito Ferraioli: un Giardino didattico grazie al Progetto del CSV

AL VIA LE ATTIVITÀ DEL PROGETTO “SENSO DI COMUNITA’”

Grazie al sostegno dell’avviso pubblico “Le Comunità Solidali” promosso dal Csv Napoli – Centro Servizi per il Volontariato di Napoli e Provincia nascerà un Giardino Didattico di 1.400 metri quadri.
Presso la Masseria Antonio Esposito Ferraioli, bene confiscato della Città di Afragola, l’ Associazione Sott’e’ncoppa (tra i cinque soggetti gestori dello spazio) darà vita ad un Giardino Didattico che sarà a disposizione della cittadinanza e delle scuole.

Il progetto sarà svolto in collaborazione con l’associazione “ Angeli guerrieri della terra dei fuochi onlus ” (una onlus fondata da genitori di bambini stroncati dal cancro in una terra tristemente nota come terra dei fuochi, che si occupa di mettere in atto iniziative e progetti di sostegno materiale e psicologico a nuclei familiari in forte disagio socio-economico) e l’associazione “ Arzano 80022 ” (un’organizzazione di volontariato che persegue finalità di solidarietà sociale a favore dei bambini e dei ragazzi. In particolare si prodiga per l’inclusione socioculturale dei soggetti più disagiati).
L’obiettivo generale del progetto è rappresentato dal favorire nuove opportunità di partecipazione dei cittadini nel processo di riutilizzo sociale del bene confiscato alla camorra del Comune di Afragola “Masseria Antonio Esposito Ferraioli” attraverso la realizzazione di un Giardino Didattico all’interno della Masseria che rappresenterà una nuova esperienza partecipativa.

Saranno due obiettivi specifici:
– la realizzazione materiale del giardino didattico che avverrà attraverso l’azione dei volontari delle associazioni proponenti e la
– realizzazione di un laboratorio sperimentale di partecipazione che vedrà coinvolti gli affidatari degli orti urbani della Masseria Ferraioli ed i cittadini tramite un avviso pubblico che alla fine del percorso diverranno “custodi” del giardino realizzato.

Il laboratorio, si articolerà in 12 incontri, in una prima parte si affronteranno i temi generali (beni comuni, beni confiscati, tutela ambiente con particolare attenzione al tema della cosiddetta Terra dei Fuochi, partecipazione e diritti, volontariato), in una seconda parte dove si studierà analiticamente la struttura del giardino didattico e le caratteristiche/proprietà di ogni essenza piantata e, infine, gli ultimi incontri saranno dedicati alle conoscenze di base relative all’accoglienza e alla conduzione di visite didattiche all’interno del giardino che sarà fruibile anche dalle scuole che ne faranno richiesta.
Olfatto, vista, gusto, udito, tatto saranno i “punti cardinali” del Giardino che però vuole essere uno strumento ben più ampio al servizio della

Comunità: contrasto alle mafie, conoscenza e rispetto dell’ambiente, socialità ed educazione.

I laboratori inizieranno domenica 7 febbraio dalle 9.30 alle 12.30

Tutti i cittadini che vogliano partecipare potranno richiedere il modulo di iscrizione nei seguenti modi:
mail ad info@sottencoppa.it
messaggio attraverso le pagine social
www.facebook.com/ass.sottencoppa
www.facebook.com/masseria.antonioespositoferraioli
messaggio whatsapp al 333-4244660

cs

di RockG

Vedi Anche

La Bottega racconta…storie e sapori dalle terre confiscate alla camorra – Facciamo un pacco alla camorra

Mercoledì 2 dicembre, alle ore 15.00 la Fondazione Polis della Regione Campania, in collaborazione con la cooperativa sociale Giancarlo Siani, presenta il progetto "Facciamo un pacco alla camorra", realizzato sui terreni confiscati alla criminalità organizzata nel Casertano.