Home / Magazine / WebGiornale / Cultura / Nervi, vincitore del contest 1 Maggio Next 2020: “ Bisognerebbe prima capire se stessi e il proprio “Veleno”

Nervi, vincitore del contest 1 Maggio Next 2020: “ Bisognerebbe prima capire se stessi e il proprio “Veleno”

Elia Rinaldi in arte “Nervi”vincitore del 1 Maggio Next 2020 e finalista la Premio Buscaglione e Rock Contest Controradio 2019 ha pubblicato lo scorso 10 Luglio per Uma Records il singolo “Veleno”.

Noi di Radio Siani lo abbiamo intervistato per capire i suoi progetti presenti e futuri e il suo modo di intendere la musica, con interessanti atmosfere malinconiche tratteggiate da un profondo ed elegante tragic pop.

 

Cosa hai provato al momento della proclamazione della vittoria al 1 Maggio Next ?

Al momento della vittoria ero felice, ma stranito, ero a casa sul divano con i miei genitori, è una sensazione bella ma paradossale.

 

 

Come hai vissuto il periodo di lockdown?

 

La prima fase è stata iper produttiva, pian piano sono emerse le difficoltà, ma devo dire che è stato più difficile l’immediato post- lockdown: tornare alla vita di sempre, uscire la sera, suonare non più da solo ma con altre persone, mi sono abituato da poco.

 

 

 

Hai da poco pubblicato il tuo nuovo singolo “Il Veleno”. Come nasce questa traccia?

 

Dalla paura della rigidità dei giudizi rispetto alle opinioni. E dalla paura verso chi vuole sempre cambiare il mondo prima ancora di aver capito se stesso e il proprio veleno.Credo che siamo tutti a nostro modo velenosi, chi si propone come esempio morale mi spaventa sempre, qualcosa non torna.

 

 

Se dovessi racchiudere con un aggettivo il tuo modo di fare musica, quale sceglieresti?

 

 

Nell’ultimo periodo è diventato ossessivo, non riesco a pensare ad altro, anche se esco con gli amici spesso sono distratto e penso a come risolvere un determinato problema nella struttura di un pezzo o nella melodia. Esco dalla scrittura di un brano mentalmente e fisicamente provato.

 

 

 

Quali sono i tuoi progetti futuri?

 

Ho dei singoli che usciranno progressivamente. Non ho particolare fretta per l’album, piuttosto mi piacerebbe tornare presto a fare concerti: qualcosa finalmente si muove.

 

 

 

 

Sergio Cimmino

di RockG

Vedi Anche

Almamegretta: “Il Mediterraneo un mare di morte, con Sanacore realizzammo le nostre idee”

A 25 anni di distanza dall'album che segnò la carriera artistica degli Almamegretta la storica band partenopea torna con una versione rimasterizzata di “Sanacore”, disco fondamentale della cultura musicale italiana degli anni 90', disponibile in fisico e digital remaster con l'aggiunta di due brani inediti d'archivio: “Tamms Dub” e “Heartical Dub,”un dub prodotto da da D.raD e un pezzo strumentale mixato da Adrian Sherwood ( produttore discografico e dub master britannico).