Home / Magazine / Legalità / Nasce NOMA, l’app sulle storie ed i luoghi della mafia

Nasce NOMA, l’app sulle storie ed i luoghi della mafia

NOMA è un’applicazione che nasce dall’idea dell’associazione “Sulle nostre gambe” e ripercorre le storie ed i luoghi che hanno portato all’uccisione di uomini che hanno combattuto contro le mafie. 

Le strade sono quelle di Palermo ed attraverso le voci di molti volti noti del cinema e della televisione italiana, sono raccontate le storie dei luoghi degli attentati mafiosi dagli anni ’70 ad oggi: una sorta di excursus storico alla ricerca dei perchè delle stragi e dei momenti antecedenti agli attentati ed ha come obbiettivo quello di non dimenticare il passato.
NOMA  è stata presentata da Tim durante la conferenza stampa al Senato, con la presenza del presidente Pietro Grasso e del giornalista e regista Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif, uno dei fondatori dell’associazione dedita all’antimafia.
Le prime 22 storie sono quelle di uomini e donne che hanno sacrificato la propria vita contro il sistema mafioso ed altre ancora arriveranno presto. NOMA propone inoltre itinerari di realtà palerminate che si sono ribellate al pizzo ed aderiscono al movimento “Addiopizzo”, contribuendo ad informare e far conoscere l’economia virtuosa e libera dalla mafia attraverso il consumo critico. Un viaggio alla scoperta di chi nel 2016 ha deciso di portare avanti la propria attività senza sottomettersi ai vincoli e ai soprusi dei boss.
L’applicazione è disponibile su Apple Store e Google Play per dispositivi come tablet e smartphone.

 

Nicoletta de Vita

di redazione

Vedi Anche

Libera presenta Rapporto “Il Triangolo pericoloso. Mafie, corruzione e pandemia”

Mafia meno incline alla violenza ma maggiormente legata ai professionisti/colletti bianchi