Home / Social Focus II / Bando – Social Focus II

Bando – Social Focus II

Art. 1. Promotori

RADIO SIANI LA RADIO DELLA LEGALITA’
(Un progetto radio intitolato alla memoria del giovane cronista e pubblicista napoletano Giancarlo Siani, ucciso sotto casa all’età di 26 anni. Radio Siani ha sede in un bene confiscato alla camorra nella città di Ercolano. Informazione libera, recupero sociale, diffusione della cultura della legalità, i valori che ci guidano. Un microfono aperto sul web, per tutte quelle voci che per troppo tempo sono state lasciate fuori dal coro, censurate, sovrastate. Comunica, Denuncia, Partecipa.)

IN COLLABORAZIONE CON LET’S DO IT ITALY
(Let’s do It! Italy è il ramo italiano del movimento internazionale Let’s do It! World, organizzazione che ha l’intento di realizzare l’ambizioso progetto di ripulire il proprio paese e di rivalutare le aree degradate. Ad oggi, Let’s do it ! World è presente in 108 paesi con più di 8.5 milioni di volontari per portare all’attenzione di tutti l’importanza della salvaguardia del Bene Comune e di uno sviluppo sostenibile.)

CON IL PATROCINIO MORALE DI:
COMUNE DI NAPOLI
COMUNE DI ERCOLANO
LIBERA NOMI E NUMERI CONTRO LE MAFIE
MAV (MUSEO ARCHEOLOGICO VIRTUALE DI ERCOLANO) PAN (PALAZZO DELLE ARTI DI NAPOLI)

E LO SPONSOR
IMAGE S.A.S

ORGANIZZA LA
SECONDA EDIZIONE del CONTEST FOTOGRAFICO “SOCIAL FOCUS”
SOCIAL FOCUS è un contest fotografico, esteso a tutto il territorio nazionale italiano, senza scopo di lucro, che ha lo scopo di diffondere la cultura della legalità, favorire l’espressione giovanile e stimolare la narrazione attraverso linguaggi artistici. Nasce dalla sinergia delle realtà coinvolte che vogliono condividere lo stesso progetto, instaurando tra loro rapporti di reciprocità. A tal fine si propone di sensibilizzare la società civile e le Istituzioni sulla condizione delle realtà più emarginate.

IL PRESENTE REGOLAMENTO SARA’ SCARICABILE SU:
www.radiosiani.com www.letsdoititaly.org

Art. 2. Traccia e contenuti
Credi nella nostra missione di infondere la cultura della legalità e del recupero sociale? Aiutaci a sensibilizzare la Società e le Istituzioni sulla condizione delle realtà più emarginate, per portare Supporto, Condivisione ed Informazione alla società civile.
Partecipa anche tu: invia i tuoi scatti che rappresentino in modo originale e creativo le realtà positive e negative che credi essere poco visibili.
Vogliamo raccontare attraverso i vostri occhi storie di periferia, di disagio o emarginazione, ma anche esempi di positività e crescita.
A tal fine chiediamo “Storie” non singole immagini slegate tra di loro ma portfoli ben strutturati che raccontano con coerenza argomenti sociali che siano frutto della vostra osservazione, del vostro interesse o del vostro vissuto.
Storie, da far conoscere al mondo, che raccontano territori, identità… amare o edificanti che siano, ma vere!

Art. 3. Destinatari
Possono partecipare tutti i fotografi, professionisti e non, dai 16 anni, residenti in Italia o all’estero. Il lavoro presentato non deve essere necessariamente inedito.
I concorrenti minorenni dovranno allegare l’autorizzazione dei genitori o di chi ne detiene la potestà genitoriale.

Art. 4. Iscrizione e Partecipazione

La partecipazione al contest è completamente gratuita.
Per partecipare bisogna inviare una mail con notifica di lettura alla casella di posta elettronica socialfocuscontest@gmail.com, avente per OGGETTO “SocialFocus” contenente:
– Nome e cognome dell’autore – Data e luogo di nascita
– Residenza
– Recapito telefonico e mail
– Titolo del progetto fotografico
– Scheda/Storia del progetto fotografico (massimo 2 cartelle)
Il partecipante dovrà allegare il progetto fotografico (composto da un minimo di 8 ad un massimo di 12 fotografie), in formato zip.
I file devono essere inviati in doppia versione come di seguito:
– Cartella bassa > formato file > 72 dpi – lato lungo 850 px – Cartella alta > formato file > 300 dpi – lato lungo 3550 px
Il nome del singolo file va definito inserendo le prime tre lettere del nome e cognome seguito dal numero progressivo e l’estensione file (esempio: Francesco Rossi immagine 6=
fraros6.jpg)
Le didascalie delle singole foto, laddove necessarie, vanno inserite nella scheda del progetto.
(Si preferiscono lavori scattati con reflex analogiche e digitali o bridge).
Nel caso in cui le foto inviate non rispettino anche uno dei criteri sopra descritti, il partecipante sarà escluso automaticamente.
Sulle singole fotografie, non dovrà essere posta alcuna firma, e le suddette foto non dovranno contenere segni di riconoscimento di alcun tipo.
Sarà possibile inviare la mail a socialfocuscontest@gmail.com entro le ore 18.00 del giorno 28 MAGGIO 2014.
I materiali pervenuti verranno pubblicati SIMULTANEAMENTE (entro 48 ore dalla chiusura dei termini d’iscrizione) sul portale www.radiosiani.com.
Ad ogni partecipante sarà inviata una mail informativa sulla pubblicazione del materiale pervenuto.
Ogni partecipante dovrà inviare MASSIMO 12 fotografie.
Si consiglia di inviare il materiale mediante www.wetransfer.com oppure www.dropbox.com.

Art. 5. Votazione
Sarà possibile votare solo ed esclusivamente attraverso il portale www.radiosiani.com nella sezione “SOCIAL FOCUS”. Ad ogni album saranno associati 3 bottoni: i “Like” di Facebook, i “Tweet” di Twitter e i “Plus” di Google Plus. Per poter esprimere il proprio voto, l’utente dovrà quindi essere registrato ad uno dei Social Network di cui sopra, cliccare il bottone di riferimento e all’apertura della finestra di dialogo inserire le proprie credenziali. Ultimato il Login il voto sarà convalidato.
L’ALBUM che riceverà il maggior numero di voti influenzerà ma non determinerà la valutazione finale della giuria.
Verranno conteggiati solo ed esclusivamente i voti presenti sul portale www.radiosiani.com
Sarà possibile votare DALLA PUBBLICAZIONE delle foto FINO ALLE ORE 16.00 DEL GIORNO 18 GIUGNO 2014.

Art. 6. La Giuria di Esperti
La giuria sarà composta da fotografi professionisti e rappresentanti del mondo della comunicazione, della cultura e della formazione professionale di settore quali:
– AMALIA DE SIMONE: Giornalista professionista napoletana, specializzata in cronaca nera, giudiziaria e inchieste. Laureata in Giurisprudenza. Due volte vincitrice di riconoscimenti nell’ambito del premio Cronista dell’anno, nel 2004 e nel 2006; finalista nel 2004 in due sezioni del Premio Ilaria Alpi. E’ stata ricevuta in Quirinale due volte dai Presidenti della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e da Giorgio Napolitano. Con Radio Siani, che dirige, ha vinto nel 2012 il premio Giuntella per la libertà di stampa e un riconoscimento per l’impegno civile. Ha lavorato per E-polis, Ansa, RDS, Il Mattino, Current, La storia siamo noi, Crash, Linea Notte, Ansa, RTL, il Venerdì di Repubblica, Narcomafie, Osservatorio sulla camorra.
Attualmente realizza video-inchieste per il Corriere della sera-Corriere.it e per la Rai. Le sue inchieste sono state citate nei libri La Deriva, di Gian Antonio Stella, e Chi comanda Napoli. E’coautrice del saggio Novantadue, l’anno che cambiò l’Italia.
– AMEDEO RICUCCI: Giornalista RAI. Laurea in Economia e master in Relazioni Internazionali. Tramite concorso entra a far parte dei JPO (Junior Professional Officer) nell’Ufficio Stampa dell’Unicef, lavorando per l’Africa Occidentale e Centrale, quattro anni a girare il continente nero. Grazie a questa esperienza inizia a collaborare con importanti testate giornalistiche italiane, del calibro de Il Manifesto, Avvenimenti, L’Espresso, e Nigrizia. Nel 1993 inizia la sua avventura in Rai con Milena Gabanelli per ‘Professione Reporter’, inviato all’estero per anni, a Professione Reporter, a Mixer e al TG 1, copre le crisi internazionali più importanti. Dal 2005 lavora a‘La Storia Siamo Noi’ con Giovanni Minoli continuando a fare inchieste, documentari e reportage, soprattutto dal Medio Oriente, dal Nord Africa e dai territori dell’ex Unione Sovietica.
– CIRO FUSCO: Fotoreporter, inviato speciale dell‟ Agenzia Ansa, giornalista professionista. Dal 1992 produce per l‟Ansa servizi fotografici su tutti gli eventi campani di rilievo nazionale seguendo in particolar modo vicende ed avvenimenti legati al disagio sociale ed alla cronaca nera. Nel 1998, per le immagini fotografiche della tragedia di Sarno vince, per la sezione Agenzie di Stampa, il Premio Giornalistico “Ischia”. Numerosi i suoi reportage su scene di grandi cataclismi tra i quali lo tsunami in Thailandia, il terremoto in Abruzzo e le inondazioni nel Messinese. Dall‟ Iraq documenta l‟insediamento delle truppe italiane a Nassirya e la strage dei carabinieri della base „‟ Maestrale‟‟. Nel febbraio 2011 segue l‟esodo dei profughi dalla Libia in territorio tunisino e la partenza dei barconi della speranza da Zarzis per Lampedusa. Da settembre a ottobre del 2011 e‟ in Libia dove produce reportage sull‟assedio a Gheddafi da parte dei ribelli. Tra i grandi eventi coperti per l‟Ansa le olimpiadi del 2008 di Pechino ed i mondiali di Calcio del 2010 in Sud Africa. Ha pubblicato due libri fotografici: “Il
centro ( immagini fotografiche del Centro direzionale di Napoli ) e “Auti Nostro” ( Foto e storie del calcio giocato in strada).
– FIORENZA STEFANI: Fotografa milanese freelance. Si diploma a Milano al liceo linguistico. A 21 anni vince a Milano il concorso fotografico dedicato all’infanzia con una foto “Vanità”. Successivamente studia fotografia alla scuola di Ken Damy a Brescia. Mostre e cataloghi:
2005, 8 novembre all’Urban Center di Milano presentazione del libro Guglielmo Pelliccioli.
2005, “Real estate, Un miracolo italiano” che racconta la trasformazione avvenuta nel real estate (letteralmente “beni immobili”) attraverso la testimonianza di alcuni dei principali protagonisti del settore.
2008, Brescia Mostra “Love for Egypt”, reportage fotografico dell’Egitto presso la Sala Espositiva Le 8 quinte.
2010, Napoli Mostra collettiva “L’arte della fuga” al Maschio Angioino, 2010, Brescia presso la Sala Espositiva Le 8 quinte SGUARDI Collettiva intitolata “4 modi, o 4 mondi di interpretazione del ritratto”.
2010/2011, pubblica le foto di Benedetta Tobagi sul settimanale L’Espresso e di Maddalena Rostagno su Vanity Fair.
2011, 11 novembre all’Archivio Fotografico Parisio di Napoli mostra fotografica “Il mio sguardo libero, volti per la legalità” in collaborazione con l’Associazione culturale A Voce Alta (la mostra è stata esposta anche alla Biblioteca civica Berio di Genova dal 10 al 17 marzo 2012 e nell’atrio della stazione Termini di Roma dal 30 marzo al 30 aprile).
2012, pubblicazione della foto di Raffaele Cantone sulla terza di copertina del suo libro “Operazione Penelope”edito da Mondadori.
– MASSIMO VICINANZA: Fotografo professionista e giornalista pubblicista.
Redattore capo e picture editor dell’agenzia di informazione tecnologica FullPress.info e del portale turistico FullTravel.it, collabora con agenzie di stampa internazionali, con quotidiani, periodici e magazine esteri per i quali realizza interviste, servizi giornalistici e grandi reportage di viaggio. È docente di fotografia digitale all’Accademia di Belle Arti di Napoli. Nel corso degli anni ha realizzato diverse mostre fotografiche in Italia e all’estero e nel 2009 ha prodotto per la Rai il video reportage “I Rom e Internet” realizzato a Sintesti (Romania). È rappresentato in Inghilterra dalla Rex Features di Londra, negli Stati Uniti da Unimedia Images di Los Angeles e in Germania da Andreas Ryll di Kassel. Nel 2006 pubblica il volume “Con l’acqua e con il vento, viaggio nell’Italia delle energie rinnovabili” edito da BCM/Donzelli per conto del Gestore dei Servizi Elettrici GSE Nel mese di novembre 2010 espone a Napoli la mostra “Kastellos. Architettura Rom in Romania” nella Sala Dorica di Palazzo Reale.
Nel mese di ottobre 2011 riceve insieme ad altri colleghi fotogiornalisti napoletani il Premio Giancarlo Siani 2011.
– PINO MIRAGLIA: Fotografo, Regista e operatore culturale.
Formatosi nell’ambito del teatro di ricerca e di figura degli anni ’80 nel ruolo di attore e datore luci, comincia nel 1989 ad occuparsi di immagine e comunicazione visiva come fotografo e regista. Per tutti gli anni ’90 si dedica principalmente alla fotografia di spettacolo e alla fotografia sociale. A metà degli anni ’90 è testimone oculare del fermento musicale che si respira a Napoli con il movimento Posse e gli Almamegretta, da qui l‟idea per la mostra iconografica “Napoli Cover: dagli Showmen a gli Almamegretta”. Partecipa a molti progetti editoriali sulla musica e l’arte. Fornisce immagini per la pubblicità e l’editoria. Presenta alcune sue personali fotografiche e partecipa a varie colletive di arte visiva. Nel 1996 con altri artisti dà vita all‟Associazione culturale 180° Meridiano e nel 2000 fonda “camerachiaraimage”, un progetto che si che si occupa di promuovere e diffondere la fotografia e l’immagine d’autore a Napoli.
Con camerachiaraimage è promotore di molti progetti fotografici legati al sociale e alla musica (Immaginapoli, Corpi Musicali, Uguali/Diversi, 10 Fotografi per la pace, La Piazza trasognata, Gli occhi della musica, Jazz to Jazz) Dal 2005 al 2010 è fotografo ufficiale di svariati eventi musicali (Ethnos, Una Provincia in Jazz, One Love Peace for kids, Divino Jazz Festival) e documenta le tre edizioni dei “Teatri della Legalità. Nel corso della sua attività ha tenuto e tiene corsi di fotografia e laboratori di drammatizzazione di testi attraverso l‟uso di linguaggi non verbali. Attualmente documenta gli eventi legati allo spettacolo, alla cultura e al sociale. È ideatore e art director di Movimenti per la Fotografia.
– RAFFAELE SAVONARDO: Docente “Teorie e Tecniche della Comunicazione” e “Comunicazione e Culture Giovanili” presso la Facoltà di Sociologia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II. È Segretario Generale e membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione Italiana di Sociologia (AIS). Coordina l’ Osservatorio Giovani (OTG) a Napoli e provincia ed è coordinatore artistico di F2 Radio Lab, la radio dell’Ateneo Federico II. Tra le sue pubblicazioni: Cultura senza élite. Il potere simbolico a Napoli nell’era Bassolino (Napoli 2003);
Musicman_Machine. Arte e nuove tecnologie nell’era digitale (Napoli 2004); Figli dell’incertezza. I giovani a Napoli e provincia (Roma 2007); Sociologia della Musica. La costruzione sociale del suono, dalle tribù al digitale (Torino 2010).

Art.7. Criteri di valutazione
Le singole opere fotografiche verranno esaminate dalla Giuria in base ai seguenti criteri di valutazione:
– Coerenza del progetto
– Originalità interpretativa
– Composizione
– Capacità comunicativa rispetto al tema assegnato
La valutazione finale verrà calcolata in base a:
– Voto della Giuria, equivalente al 70% (assegnando un punteggio ai 4 criteri di valutazione)
– Voto del Pubblico, equivalente al 30% (l’ ALBUM con il maggior numero di voti sul sito www.radiosiani.com)
I concorrenti con la votazione più alta vinceranno i premi in palio.

Art. 8. Premi
PREMIO IN PALIO:
Gli autori dei DUE PROGETTI VINCITORI avranno la possibilità di esporre in almeno due location:
Museo MAV di Ercolano
Museo PAN di Napoli

Art. 9. Condizioni relative al materiale pervenuto
(nel SOLO PERIODO DI SVOLGIMENTO DEL CONTEST.)
I lavori presentati per la partecipazione al contest rimangono di proprietà degli autori ma essi potranno essere usate dal Comitato Organizzatore durante tutto il periodo del contest.
I partecipanti quindi autorizzano il C.O. a poter utilizzare i lavori o le singole immagini, sui siti del C.O. e su l’eventuale materiale pubblicitario inerente al contest senza nulla a pretendere.
L’autore sarà sempre citato.Il Comitato Organizzatore non si assume alcuna responsabilità per i progetti mai pervenuti.

Art. 10. Responsabilità
Mediante l’iscrizione, il partecipante rinuncia irrevocabilmente ad ogni pretesa e/o azione, richiesta e/o rivalsa nei confronti del Comitato Organizzatore, sollevandoli sin d’ora da ogni
responsabilità in merito presente o futura.
Ogni partecipante dovrà dichiarare, sotto sua responsabilità, di essere il legittimo proprietario ed autore delle foto presentate. Ogni partecipante dichiarerà altresì di essere in possesso di
liberatoria per eventuali foto di persone e volti, secondo normativa vigente in materia.
Ogni partecipante al contest solleva Facebook, Twitter e Google Plus da qualsiasi responsabilità.
Il contest fotografico non è in nessun modo sponsorizzato, appoggiato o amministrato da Facebook, Twitter e Google Plus né associata a Facebook, Twitter e Google Plus. Ogni
partecipante sta fornendo le sue informazioni al Comitato Organizzatore e non a Facebook, Twitter e Google Plus.

Art. 11. Casi di inammissibilità alla partecipazione
Non saranno prese in considerazioni le iscrizioni:
– pervenute oltre il termine;
– con modalità di presentazione diverse dalla posta elettronica; – priva dei requisiti contenuti nell’art. 4.
Non sono ammessi fotomontaggi, doppie esposizioni, solarizzazioni, filtri digitali, salvo lievi correzioni di colore, contrasto o esposizione.
E’ assolutamente vietato presentare foto pornografiche o pedopornografiche, o in contrasto con le leggi vigenti, che comporterebbero l’immediata segnalazione alle Autorità competenti.

Art. 12. Trattamento dei dati personali
Ai sensi dell’art. 11 del D. Lgs. 196/03 si informa che i dati personali forniti e raccolti nonché le fotografie consegnate all’organizzazione potranno essere utilizzati per i fini previsti dal
presente concorso e per eventuali successive manifestazioni legate al concorso. Le opere inviate non verranno quindi restituite e potranno essere mostrate e pubblicate per scopi culturali e
didattici senza fini di lucro. In tale caso, verrà sempre menzionato il nome dell’autore.
Il partecipante dà il proprio consenso con l’invio delle proprie immagini.
Le foto potranno essere pubblicate sui siti web, sulle riviste degli organizzatori.

Ai sensi dell’art. 13 del Codice sulla Privacy (D. Lgs. 196/2003), i dati richiesti dal presente bando di concorso saranno utilizzati esclusivamente per le finalità previste dal bando stesso e saranno oggetto di trattamento svolto con o senza l’ausilio di strumenti informatici nel pieno rispetto della normativa su indicata e degli obblighi di riservatezza ai quali sono tenuti i soggetti pubblici.
La partecipazione al concorso implica l’accettazione delle condizioni esposte nei punti del presente bando e di tutte le clausole previste, nessuna esclusa.
La proprietà intellettuale delle immagini rimane a capo dell’autore. Ogni partecipante garantisce di aver ottenuto l’assenso per la partecipazione al presente concorso, per le foto che ritraggono persone e/o cose per cui tale assenso è necessario. Ciascun autore garantisce di essere titolare di tutti i diritti di utilizzazione dell’opera e di ogni suo componente e assicura che i contenuti della stessa sono nella sua disponibilità e non violano le leggi o i regolamenti vigenti o i diritti di terzi e in particolare il diritto d’autore, il diritto all’immagine, i segni distintivi e i brevetti per invenzioni industriali. Ciascun autore assicura altresì che l’opera non presenta contenuti a carattere diffamatorio e solleva l’organizzazione da tutte le perdite, danni, responsabilità, costi, oneri e spese di qualsivoglia natura che dovessero essere sostenute a causa del contenuto dell’opera.

social_focus_Bando.pdf

di Super User