Post Recenti

Recent Posts

21 aprile: Otto vittime

21 Aprile 1982 Verdesca Bellizzi (SA). Uccisi per errore Raffaele Sarnataro, Antonio Esposito e Stelo …

Leggi Tutto »

Joan Miró: Dona i ocell

20 aprile 1893 Barcellona – 25 dicembre 1983 Palma di Maiorca Joan Miró i Ferrà …

Leggi Tutto »

20 aprile: Due vittime

20 Aprile 1995 Alessandria della Rocca (AG). Giovanni Carbone, manovale di 28 anni, ucciso perché …

Leggi Tutto »

Post del Giorno

Piero Gobetti: Antifascista italiano

19 giugno 1901 Torino – 15 febbraio 1926 Neuilly-sur-Seine

Piero Gobetti è stato un giornalista, politico e antifascista italiano.

Considerato un erede della tradizione post-illuminista e liberale che aveva guidato l’Italia dal Risorgimento fino a poco tempo prima, tuttavia di stampo profondamente sociale e sensibile alle rivendicazioni del socialismo, fondò e diresse le riviste Energie Nove, La Rivoluzione Liberale e Il Baretti, dando fondamentali contributi alla vita politica e culturale, prima che le sue condizioni di salute, aggravate dalle violenze fasciste, ne provocassero la morte prematura a 24 anni durante l’esilio francese. Piero Gobetti nasce a Torino il 19 giugno 1901 da Giovanni Battista e Angela Canuto, «piccola donna bruna e tonda, gentile e modesta, capace tuttavia non solo di grande abnegazione per il figlio unico che adorava, ma anche di strenuo lavoro e di sagace giudizio». I suoi genitori, originari di Andezeno, comune della provincia di Torino, avevano aperto nel capoluogo piemontese una drogheria nella centrale via XX Settembre: «Mio padre e mia madre avevano un piccolo commercio. Lavoravano diciotto ore al giorno. Il mio avvenire era il loro pensiero dominante […] L’impegno del loro lavoro era di arricchire […] permettersi e permettermi una vita dignitosa. In quanto a me pensavano di dovermi dare un’istruzione, quella che essi non avevano potuto avere».

continua a leggere su wikipedia.org