Home / Magazine / Vittime Innocenti / Vittime innocenti: 24 giugno

Vittime innocenti: 24 giugno

  • 1994 Salvatore Bennici
  • 1996 Nicola Melfi
  • 2014 Fortuna Loffredo

1994
Salvatore Bennici

Imprenditore edile di 50 anni
Ucciso a Licata (AG)

Viene ucciso Salvatore Bennici, imprenditore edile vittima del racket. L’imprenditore edile aveva subito due attentati: l’incendio di un escavatore e un tentato incendio a casa sua. Due killer incappucciati l’hanno ucciso il mattino del 25 Giugno mentre si dirigeva al lavoro in compagnia del figlio Vincenzo, 26 anni. Un’ esecuzione spietata: uno dei sicari ha immobilizzato il giovane puntandogli la pistola alla tempia mentre il complice sparava all’imprenditore. Il figlio ha gridato come un forsennato, tentando di divincolarsi ma tutto inutile: il giovane è stato costretto ad assistere impotente all’agghiacciante spettacolo di morte.


1996
Nicola Melfi
Di 18 anni
Ucciso a Casabona (RC)

24 GIUGNO 1996 Casabona. Nicola Melfi fu ucciso verso le 8.00 da un commando che voleva eliminare Domenico Alessio, boss locale, costruttore edile, in grado di accaparrarsi tutti i lavori della zona o attraverso la sua società oppure quella intestata alla moglie . La sua unica colpa fu quella di aver assistito all’esecuzione.


2014
Fortuna Loffredo

Di 6 anni
Uccisa a Caivano (NA)

Triste la storia di Fortuna Loffredo. Le lesioni interne causate dagli abusi “cronici” su Fortuna, erano “visibili ad occhio nudo”. Così Giuseppe Saggese, ginecologo consulente della Procura, ha dichiarato durante la quarta udienza. Fortuna Loffredo aveva 6 anni ed è stata uccisa il 24 giugno 2014 al Parco Verde di Caivano. Dall’esame dell’apparato anale della bimba, è bastato poco per capire che si trattava di abusi reiterati nel tempo o da almeno un anno e proprio a causa di queste violenze, Fortuna soffriva di incontinenza fecale. Fortuna è stata crudelmente assassinata, buttata dall’ultimo piano di una palazzina perché si era opposta all’ennesima violenza sessuale.