Home / Magazine / WebGiornale / Ambiente / Marine Litter, il progetto di salvaguardia del litorale del Miglio D’Oro – Conferenza Stampa live streaming il 21 dicembre ore 12.00

Marine Litter, il progetto di salvaguardia del litorale del Miglio D’Oro – Conferenza Stampa live streaming il 21 dicembre ore 12.00

Una Rete del Terzo Settore composta da associazione e cooperative al timone di un’azione pilota volta alla riqualificazione e allo sviluppo del litorale vesuviano.

“Marine Litter – miglio d’oro”, progetto di salvaguardia del litorale vesuviano, sarà presentato ufficialmente lunedì 21 dicembre alle ore 12:00 in una conferenza stampa in live streaming, trasmessa sulle pagine facebook Marine Litter – Miglio d’oro, Radio Siani e sul canale Youtube Radio Siani.

 

Ad impreziosire la conferenza i saluti del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa da sempre sensibile alle iniziative dal basso delle realtà che operano attivamente sui territori.

 

A curare il progetto finanziato dal Flag Litorale Miglio D’oro si è costituita una rete di soggetti del terzo settore capaci di incarnare tutte le specifiche competenze volte allo svolgimento e alla realizzazione delle azioni progettuali:

 

A.I.C.S. Comitato Provinciale di Napoli, Assoutenti Campania A.P.S, Cooperativa Sociale Giancarlo Siani, Associazione di volontariato Hippocampus, al lavoro per mettere in atto questa importante ed innovativa iniziativa d’intervento socio-economico-culturale, oltre che ambientale.

 

Un progetto che ha l’obiettivo di intervenire in maniera organica nella salvaguardia del litorale del miglio d’oro e a contrastare il fenomeno denominato “marine litter”.

 

Le attività proposte dalla “Rete” oltre ad intervenire nell’immediato con azioni concrete di recupero dei rifiuti dal mare e dalla terra ferma, si orienteranno a porre le basi per un intervento sostenibile nel tempo e soprattutto replicabile per gli altri litorali.

 

Il fine ultimo del progetto è la creazione di una vera e propria economia circolare rappresentata dal riutilizzo dei rifiuti recuperati che consentirà al progetto stesso di autosostenersi nel tempo.

 

Il consolidamento e il radicamento dei contenuti sociali, culturali e ambientalisti dell’iniziativa passeranno per l’informazione, l’educazione e la sensibilizzazione degli stakeholder locali: cittadinanza, scuole di ogni grado, cooperative di pescatori, AA.LL., Enti e altri soggetti interessati, tramite il loro coinvolgimento attivo nell’intero ciclo delle attività.

 

 

L’intervento progettuale in un’ottica di coinvolgimento dal basso sarà svolto in collaborazione con i soggetti del territorio e i partner scientifici e tecnici tra cui: Fondazione Anton Dohrn, Leucopetra spa, servizi ambientali, Love Boat.

 

 

Vedi Anche

Maratona Radiofonica – Earth Day 2021

Restore Our Earth è il tema dell’edizione di quest’anno dell’Earth Day.