Home / Magazine / Diritti / Giustizia per Mario Paciolla!

Giustizia per Mario Paciolla!

Non deve assolutamente diventare un nuovo “caso Regeni”, per questo parenti ed amici stanno attivando tutti i canali possibili per fare presto luce sull’omicidio del giovane cooperante.

Mario lavorava in Colombia dal 2018, in missione Onu a San Vicente del Caguan, territorio ad alto rischio per la presenza di guerriglieri e narcotrafficanti. Dal contesto locale partono le indagini dell’ “omicidio”, perchè all’ipotesi che Mario si sia volontariamente tolto la vita nessuno può crederci.

 

Il 33enne aveva lasciato trapelare alla sua famiglia di essere preoccupato della situazione che stava vivendo nella cittadina colombiana. Situazione che probabilmente lo aveva spinto ad affrettarsi nel prenotare il rientro in Italia per il 20 luglio.

 

In Colombia ora è in arrivo il Servizio di cooperazione internazionale di Polizia che conta sulla collaborazione del governo colombiano per risolvere al più presto le indagini.

 

I risultati dell’autopsia, prevista tra dieci giorni, aiuteranno a fare maggiore luce sulla vicenda di un giovane napoletano ucciso perchè innamorato della sua missione.

 

Mario col suo lavoro aiutava le persone a cambiare vita grazie a progetti di reinserimento sociale degli ex guerriglieri Farc. Lavoro pericoloso e sicuramente non ben visto dai gruppi criminali locali.

 

#giustiziapermariopaciolla

 

Valerio Di Salle

di RockG

Vedi Anche

“Il volontariato ai tempi della pandemia: come e perché raccontarlo”. Ecco il convegno del CSV Napoli per la Giornata del Volontariato e i 10 anni di Comunicare il Sociale

Celebrare la Giornata internazionale del Volontariato e festeggiare i 10 anni dalla fondazione di “Comunicare il Sociale”. Questo il senso del convegno “Il volontariato ai tempi della pandemia: come e perché raccontarlo”, organizzato dal CSV Napoli per venerdì 4 dicembre alle ore 17.00.