Home / Magazine / Legalità / XXV Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie

XXV Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie

Oggi sabato 21 marzo ricorre la XXV Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie promossa da Libera e Avviso Pubblico.

Per la prima volta dopo 8 anni non saremo insieme a colorare le piazze d’ Italia ma in questi giorni difficili dove è fondamentale restare a casa non vogliamo far mancare il nostro abbraccio ai familiari delle vittime innocenti delle mafie. E la memoria non si ferma come non si ferma il ricordo di tutte le vittime innocenti delle mafie. Il 21 marzo non è mai stata una data fine a se stessa ma sempre la tappa di un impegno che dura 365 giorni all’anno nelle scuole, nelle università, nelle associazioni, nelle parrocchie e dovunque i cittadini vivono quella responsabilità per il bene comune che è il primo antidoto al male delle mafie e della corruzione. Le vittime innocenti delle mafie non vogliono essere solo ricordati. Vogliono che continuiamo il loro impegno, che realizziamo le loro speranze. Ricordare, riportare al cuore le vite di persone strappate alle loro famiglie, realizzando, nei fatti, un diritto al nome e al ricordo che non ha contenuto “civilistico” ma etico, umano, solidale: valori portanti di una comunità capace di costruire un processo di Memoria.

 

Libera ha deciso di celebrare la Giornata attraverso una campagna social, attraverso il web e i social network, ricordando tutte le vittime innocenti delle mafie, le loro storie, i loro nomi e far sentire la nostra vicinanza a tutti i familiari. Durante tutta questa XXV Giornata della Memoria e dell’Impegno, potete partecipare anche voi realizzando un fiore, scegliendo il nome di una vittima innocente delle mafie, facendovi una foto e postandola sui social.

 

Partecipa anche tu alla campagna Un nome, un fiore.

 

In questo drammatico e paradossale momento di emergenza pandemica, vogliamo dedicare questa giornata anche a tutti i familiari delle vittime del covid19.

 

Nell’ Equinozio di Primavera il Sole risorge dalla tomba dell’inverno e trionfa, il Dio della Luce vince le tenebre della materia e le illusioni dello spirito. Il Sole della primavera che accarezza le piante è immagine dell’Invincibile che trionfa sulla terra e in cielo, portando all’uomo la salute perfetta.Nell’aria irradiata dal Sole della primavera si avverte anche l’influsso sottile di un’altra grande divinità, quella che gli antichi chiamavano Mercurio, lo spirito dell’aria. In alchimia il processo mercuriale si produce quando gli elementi dell’aria e dell’acqua si mescolano: in primavera, quando l’aria si riscalda e le acque più intensamente evaporano per poi discendere come pioggia sulla terra, il turbinio degli elementi manifesta la potenza del dio. Nel cosmo la terra appare azzurra come una gigantesca goccia d’acqua e l’azzurro dell’acqua esprime appunto l’effetto dell’influsso mercuriale.Mercurio è una divinità particolarmente vicina agli uomini, egli non ha smesso di comunicare ad essi le sue verità segrete anche dopo il declino della civiltà antica. Per questo i saggi del Rinascimento lo invocavano come Ermete Trismegisto: Hermes il tre volte grande.

 

In particolare Mercurio insegna agli uomini l’arte della guarigione e il simbolo di Mercurio, è la verga dorata intorno alla quale si intrecciano i due serpenti, è il simbolo per coloro che recano sollievo ai malati con i rimedi della medicina.

 

Nel nostro tempo un compito particolare si pone per coloro che vogliono farsi seguaci di Mercurio: la conciliazione tra la medicina moderna, figlia della scienza sperimentale, e la medicina dello spirito. Queste due branche devono essere unificate, senza che l’una disprezzi l’altra o l’altra ignori l’una. La salute fisica e la salute spirituale devono essere considerate come due aspetti della stessa realtà: la purificazione dell’anima e il benessere del corpo sono entrambi necessarie affinché lo spirito che è incarnato in ogni uomo possa compiere con energia la propria missione di vita.

 

Oggi, proprio da oggi, nel tempo della primavera, nel trionfo della luce che possiamo impegarci tutti per sconfiggere le mafie, la corruzione, l’io e la pandemia del covid19, avendo massima cura e consapevolezza della nostra madre terra.

 

Vedi Anche

Assemblea pubblica contro la camorra – Casa del Popolo Ponticelli (NA) – VIDEO

Dopo gli ultimi episodi di violenza di stampo camorristico e dopo l’ennesima vittima innocente, nella …