Home / Magazine / Diritti / Più emigrazioni che immigrazioni nel 2013

Più emigrazioni che immigrazioni nel 2013

Diminuisce il numero dei migrati in Italia nel 2013 passando dai 350 mila del 2012 ai 307 mila dello scorso anno. È quanto emerge da una nota dell’Istat su ‘migrazioni internazionali e interne della popolazione residente’. Il calo delle migrazioni in entrata nel nostro Belpaese, spiega l’Istat, è imputabile ai flussi generali che riguardano i cittadini stranieri che risultano in forte calo rispetto al 2012. Invece focalizzando poi l’attenzione sugli italiani che espatriano si nota che le principali mete di destinazione per gli italiani sono il Regno Unito, la Germania, la Svizzera e la Francia. Nel loro insieme questi paesi accolgono oltre la metà dei flussi in uscita.

Fabio Noviello

di Redazione

Vedi Anche

“Il volontariato ai tempi della pandemia: come e perché raccontarlo”. Ecco il convegno del CSV Napoli per la Giornata del Volontariato e i 10 anni di Comunicare il Sociale

Celebrare la Giornata internazionale del Volontariato e festeggiare i 10 anni dalla fondazione di “Comunicare il Sociale”. Questo il senso del convegno “Il volontariato ai tempi della pandemia: come e perché raccontarlo”, organizzato dal CSV Napoli per venerdì 4 dicembre alle ore 17.00.