Home / Magazine / WebGiornale / Ambiente / Rifiuti bruciati ‘male’ non solo a Napoli

Rifiuti bruciati ‘male’ non solo a Napoli

Negli anni si sono sprecate le paginate dei giornali locali, nazionali ed internazionali sul problema dei rifiuti a Napoli e nella sua provincia, la ribattezzata Terra dei fuochi è divenuto un aspetto curato maggiormente dal punto di vista mediatico che ambientale e della salute da parte dei vari governi locali e nazionali che si sono alternati alla guida dei luoghi interessati e del Paese. Che i roghi di rifiuti facessero male all’uomo ed anche all’ambiente, ripercuotendosi poi inevitabilmente ancora sull’uomo era chiaro da tempo. La novità di questi giorni riguarda l’area geografica a cui può essere esteso il fenomeno. Non solo Napoli brucia e male i propri rifiuti. Secondo uno studio condotto dal National Center for Atmospheric Research e pubblicato sulla rivista Environmental Science and Technology l’inquinamento da gas e particelle diffuse nell’aria in seguito alla combustione di rifiuti nel mondo supera di gran lunga i documenti ufficiali.

Secondo questo studio oltre il quaranta per cento dei rifiuti prodotti in tutto il mondo, pari a circa 1,1 miliardi di tonnellate di spazzatura,  sono smaltiti attraverso roghi non regolamentati e dunque tossici. Lo studio riferisce anche l’innalzamento percentuale significativo di determinate malattie legate alla combustione di alcune sostanze presenti nei rifiuti, come ad esempio il mercurio e i gas idrocarburi policiclici aromatici.

L’autrice dello studio Christine Wiedinmyer ha spiegato che “l’inquinamento atmosferico in gran parte del globo è notevolmente sottostimato perché nessuno sta rintracciando la combustione a cielo aperto degli incendi di spazzatura”. Inoltre lo studio evidenzia anche le aree geografiche con maggiori emissioni da incendi di spazzatura. In cima a questa disastrosa classifica ci sono Cina, India, Brasile, Messico, Pakistan e Turchia.

Ciro Oliviero

Vedi Anche

Festambiente: per partecipare come volontari c’è tempo fino al 25 luglio

Festambiente sta per tornare e per i volontari che hanno intenzione di diventare protagonisti della …