Home / Magazine / Diritti / Giornata mondiale dei diritti umani e del caffè sospeso

Giornata mondiale dei diritti umani e del caffè sospeso

L.E.S.S. onlus e ONG CISS sono liete di invitarvi alla

GIORNATA MONDIALE DEI DIRITTI UMANI E DEL CAFFE’ SOSPESO

10 DICEMBRE 2011 ORE 10,00

presso la Galleria NEA – Via Costantinopoli, 53 Napoli

La giornata, promossa insieme al Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli e alla Rete del Caffè Sospeso, sarà l’occasione per incontrare i rifugiati provenienti da Lampedusa e residenti momentaneamente negli alberghi partenopei.

IL PROGRAMMA:

ore 10,00: proiezione del film “Accoglienza a 5 stelle” (Italia 2011, 23 min),realizzato da L.E.S.S. Onlus e ONG CISS in occasione del 4° Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli

ore 10,30: saluto e presentazione della Rete del Caffè Sospeso a cura dell’Associazione “Cinema e Diritti”

ore 10,40: apertura del dibattito con la partecipazione di una delegazione dei rifugiati africani e dei rappresentanti delle associazioni napoletane che si occupano di migranti; è previsto l’intervento dell’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, Sergio D’Angelo; modera Giovanni Carbone

ore 11.40: proiezione del film “9TER” di Céline Darmayan e Origan Cannella (Belgio 2010, 56 min), vincitore del Faito Doc festival 2011 sulla situazione dei sans papier in Belgio

Il portavoce dei rifugiati leggerà una lettera aperta indirizzata ai cittadini napoletani per chiedere il riconoscimento dei loro diritti.

A conclusione dell’incontro, sarà proposta una degustazione di 100 caffè sospesi offerti dalle Associazioni della Rete del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli presso il Caffè Letterario “Intra Moenia” (Napoli, piazza Bellini)

I FILM

ACCOGLIENZA A 5 STELLE (Italia 2011), di Associazione L.E.S.S. onlus e ONG CISS – http://www.youtube.com/watch?v=nkIISUODOPg

Dopo le crisi dei Paesi del Nord Africa, decine di migliaia di profughi sono sbarcati a Lampedusa. Il governo italiano ha gestito questa nuova emergenza sbarchi attraverso la Protezione Civile, equiparando gli esseri umani ai disastri ambientali. Dopo una prima permanenza a Lampedusa, i profughi sono stati smistati nelle regioni italiane proporzionalmente al numero di abitanti di ognuna, pertanto la Campania è stata destinataria di un ingente numero di migranti. Il video punta l’obiettivo proprio su alcuni aspetti dell’accoglienza a Napoli e provincia, un business che ingrassa le casse degli albergatori tralasciando sia i servizi di prima assistenza, sia tutte quelle attività che dovrebbero favorire un percorso di autonomia e integrazione nel paese ospitante. “Accoglienza 5 stelle” è un progetto di comunicazione indipendente che prende forma in un reportage. Il video, curato dall’Associazione L.E.S.S. onlus e dalla ONG CISS, esplora queste condizioni di disagio, tentando di fornire alcuni spunti di riflessione.

9TER (56’, Belgio 2010), di Céline Darmayan e Origan Cannella

In Belgio, un articolo di legge del 15 dicembre 1980 autorizza uno straniero a richiedere un permesso di soggiorno se soffre di una malattia che causa un rischio reale per la sua vita. Per molte persone senza documenti, questo articolo è l’unico modo per accedere ad uno status giuridico. Nel marzo del 2009 a Bruxelles, più di 1.000 persone hanno iniziato uno sciopero della fame per poter ottenere questo permesso di soggiorno temporaneo. Il film ci fa incontrare uomini e donne che sono davanti a questa scelta, rischiare o no la propria vita per ottenere dei documenti d’identità. Celine Darmayan è nata nel sud della Francia. Studia montaggio a Biarritz, poi si trasferisce in Belgio. Rapidamente si interessa ai laboratori video che consistono nel realizzare dei film (o dei programmi radiofonici) con gruppi di persone. Ha diretto, in un primo momento come montatrice poi come regista-ospite, vari laboratori. Debutta nella regia con il documentario «Johan Muyle: studio d’artista» in collaborazione con Virginie Cordier. Poi dal 2009 si dedica pienamente alla realizzazione del suo documentario «9ter». Origan Cannella è di origine italo-belga. è cresciuto vicino a Mons nel Borinage. Si è formato all’INSAS nella sezione suono, una delle più importanti scuole di cinema in Belgio. Ha poi iniziato a lavorare come fonico di presa diretta su diversi documentari. E’ anche animatore e regista di laboratori radiofonici o animatore video con i bambini. Debutta nella regia con il film «9ter». La Fotografia è di Céline Darmayan, il Suono a cura di Origan Cannella, il montaggio di Sébastien Calvez. La produzione è di Cinétik asbl, Color correction di Bertrand Leclipteux.

Vedi Anche

CSV Napoli, sportello territoriale a Sant’Antonio Abate. Venerdì 6 maggio l’inaugurazione

A Sant’Antonio Abate nasce lo sportello per il volontariato di CSV Napoli, destinato a sostenere …