Stampa questa pagina

Digital Music Forum 2015

Scritto da  Pubblicato in Cultura Martedì, 05 Maggio 2015 18:30

Torna a Napoli il Digital Music Forum. Dopo l'ottima prima edizione dello scorso anno anche nel 2015 il capoluogo partenopeo ospita l'incontro dedicato al mondo della musica. Un momento nel quale gli studenti e gli appassionati potranno assistere ad un confronto tra esperti di settore sull'importante evoluzione digitale che sta attraversando l'industria musicale.

L'evento avrà luogo a Napoli venerdì 8 maggio alle 10.30 presso il complesso monumentale di San Marcellino (Largo San Marcellino 10). Attori di questa manifestazione sono il Coinor, il Dipartimento di Scienze Sociali, l'Osservatorio Giovani dell'Università degli Studi di Napoli Federico II. Fondamentale anche l'apporto di Ferdinando Tozzi, giurista esperto del comitato consultivo permanente per il diritto d'autore ed esperto nel diritto dello spettacolo. Nel corso dell'incontro sarà presentato il Digital Music Report 2015, un'attenta analisi del mercato musicale con particolare attenzione allo sviluppo digitale.

La conferenza sarà un confronto tra il cantautore Roy Paci ed il docente del Dipartimento di Sociologia dell'Università Federico II di Napoli Lello Savonardo. Ospiti Alessandro Massara (Managing Director Universal Music Italia), Enzo Mazza (Ceo Fimi), Giuseppe Mosca (Responsabile Musica, Multimedia Entertainment Telecom Italia) e Chiara Santoro (YouTube Music Partnerships). Sono previsti inoltre gli interventi delRettore dell'Università di Napoli Federico II Gaetano Manfredi, dell'assessore all'Università Guido Trombetti, dell'assessore alla Cultura della Regione Campania Caterina Miraglia, dell'assessore comunale ai Giovani Alessandra Clemente, del Direttore del Coinor Luciano Mayol, della Direttrice del Dipartimento di Scienze Sociali Enrica Amaturo.

Il convegno rientra nel ciclo di seminari Bit Generation promosso dai moduli di "Comunicazione e Culture Giovanili" e "Comunicazione, Marketing e Pubblicità" del Dipartimento di Scienze Sociali che prevedono per gli studenti due crediti formativi ed è inserito nella programmazione del Contamination Lab Napoli.

Redazione