“Il Flauto Magico di Piazza Vittorio”:intervista al maestro Leandro Piccioni pianista arrangiatore e compositore dell' Orchestra di Piazza Vittorio vincitrice nella categoria “Miglior Musicista” ai David di Donatello 2020

Scritto da  Pubblicato in Cultura Lunedì, 22 Giugno 2020 19:37

“Il Flauto Magico di Piazza Vittorio” film musicale vincitore nella categoria “Miglior Musicista” agli ultimi David di Donatello 2020, progetto realizzato dall'ensemble di musicisti dell'orchestra di Piazza Vittorio che racchiude tutto il mondo, ci racconta questa fantastica avventura attraverso le parole, gli aneddoti, del maestro Leandro Piccioni, compositore, pianista e arrangiatore di questo prestigioso e virtuoso gruppo di orchestranti.

Qual'è stata la prima reazione quando vi hanno comunicato che sareste stati premiati come miglior musicista” ai David di Donatello?

 


Indubbiamente molta felicità. Prima di tutto per il lavoro ad una colonna sonora molto impegnativa (trattandosi di un film musicale non potrebbe essere altrimenti) e poi anche come riconoscimento ad un lungo percorso che ci ha portato a questo ambito traguardo. Purtroppo il lockdown per la pandemia ci ha costretto a vivere la premiazione dal divano di casa e questo è stato un aspetto piuttosto surreale. Sembrava di essere in un film o di vedere una finale di calcio e non poterla giocare, per dare l’idea. E’ stata comunque una infusione di energia, anche per i progetti futuri.

 

 

Quale e come stato il percorso che vi ha condotto a creare il film e il brano “Il Flauto Magico”

 

 

Iniziammo nel 2007 con una prima stesura di una ventina di minuti di musica elaborata da me e Mario Tronco prendendo qualche brano dal “Flauto Magico” di Mozart, appunto. L’idea fu di Daniele Abbado, allora direttore artistico dei teatri di Reggio Emilia e fu un’idea molto felice che ci portò due anni dopo a debuttare con uno spettacolo completo dal titolo “Il Flauto Magico secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio” al Festival Les Nuits de Fourviére di Lione, in coproduzione con Roma Europa Festival. Da quel momento iniziammo tournèe in Europa e poi in Italia replicando lo spettacolo per vari anni. L’idea del film prese piede qualche anno più tardi fino a che Mario Tronco e Fabrizio Bentivoglio scrissero una sceneggiatura cinematografica che, per dirla in poche parole, portava fantasiosamente lo spettacolo nella Piazza Vittorio romana in cui è nata l’orchestra. L’idea del film è che ogni sera, all’imbrunire e alla chiusura dei cancelli del giardino pubblico della piazza, i personaggi si animano e diventano principi, dame, regine, sacerdoti ecc……e inizia la favola del Flauto Magico che racconta di bene, male, amore, amicizia e anche massoneria. Nel film ci sono tutte le arie che fanno parte dello spettacolo teatrale oltre a musiche originali aggiunte che io ho composto e diretto.

 

 

La pellicola è stata definita il primo film musicale multietnico della storia del cinema. Un bel riconoscimento ed anche un bella soddisfazione per tutta l'Orchestra. Non credete?

 

 


In effetti non so se esistono esempi simili nella storia del cinema.Di certo il nostro “Flauto” ha molte particolarità, che sono date dal fatto che a realizzarlo è un orchestra che propone un opera classica rielaborata per se stessa, cucita sulla propria pelle. Il fatto poi che la nostra orchestra sia fondata di base su musicisti immigrati di varie provenienze e culture la dice lunga anche sul come sia stato particolare affrontare musicalmente e drammaturgicamente l’opera di Mozart, considerando che nella nostra versione è cantata in 8 lingue diverse, oltre a quella tedesca del singspiel originale mozartiano.L’appellativo di film musicale multietnico tutto sommato mi pare che si addica al nostro lavoro, anche se aggiungerei che è basato su un opera “classica” rielaborata e riscritta, il che lo rende ancora più particolare e unico.

 

 


Nel mondo, purtroppo, viviamo ancora episodi di razzismo, e c’è molta diffidenza verso il prossimo. E questo scatena sopratutto, tensioni e malcontento sociale. Quale ruolo ha la musica in questo contesto?

 

 

Anche se rischio di essere retorico, non mi stancherò mai di dire che la musica è avvolgente, unisce e fa comunicare persone di lingua e culture lontane. La parola razzismo esiste solo per chi non conosce, per chi vede nel colore della pelle il diverso e non ne vede una possibilità di ricchezza umana. Non è facile vivere la quotidianità e le difficoltà della vita con questo concetto di fondo in testa, ma noi almeno grazie alla musica abbiamo potuto provare cosa significa sentirsi uniti per un fine artistico comune e impegnarsi a realizzarlo con serietà, ma anche con semplicità e naturalezza. Tutti insieme per un unico fine artistico.Credo che uno dei valori di questa orchestra sia proprio questo, oltre al valore di una qualità musicale indiscussa che è ormai un dato di fatto consolidato da molti anni. Certo all’inizio non è stato facile trovare il modo più efficace di lavorare e preparare i brani musicali, ma in seguito ci siamo resi conto che la qualità dei singoli musicisti era così alta da permetterci anche voli pindarici verso brani non certo facili da suonare, come ad esempio l’Allegro dall’Ouverture o le prorompenti arie della Regina della notte. Io mi sono adattato quasi subito anche al fatto che molti di loro non sapevano leggere la tradizionale notazione musicale, ma avevano un orecchio e una capacità mnemonica che ha sempre compensato questo aspetto.

 

 


Avete 5 dischi all'attivo e oltre 1300 concerti in tutto il mondo. Tra due anni vi avvicinate ai vent'anni di carriera musicale. Come vi state preparando ?

 

 

 

Presto usciremo con il cd della colonna sonora premiata del film ”Il Flauto magico di Piazza Vittorio”, sia in digitale che in cd fisico. Abbiamo in cantiere un idea di realizzare “l’opera da tre soldi” di Brecht/Weill, ma nel frattempo speriamo di riprendere lo spettacolo “Orchestra di Piazza Vittorio all’Opera”, in cui eseguiamo in forma di concerto un mix di arie da opere da noi elaborate e speriamo di poter festeggiare i venti anni dell’orchestra magari con un nuovo lavoro operistico, nel 2022. Purtroppo come per tutti gli artisti la pandemia ci ha fermato proprio mentre eravamo in piena attività, ma speriamo di riprendere presto.

 

 


Al film musicale “Il Flauto Magico” seguirà un tour?

 

 

Avevamo in progetto di realizzare il film con le musiche dell’orchestra dal vivo. La sua domanda mi dà personalmente lo spunto per riprendere seriamente questo progetto. Non sarebbe facilissimo da realizzare, ma ne varrebbe la pena sicuramente. Va detto che abbiamo all’attivo anche Carmen di Bizet e Don Giovanni di Mozart con cui abbiamo chiuso la stagione teatrale 2018/19 al teatro Piccolo di Milano (Strehler). Abbiamo vari spettacoli come anche “Il Giro del Mondo in 80 minuti”, il “Credo” e in ogni spettacolo abbiamo un organico differente. Anche questa è una particolarità di questa orchestra.

 

 

 

Sergio Cimmino

 

 

Iniziative Radio Siani

Premio Luchetta 2018 a Radio Siani, Grazie e avanti tutta

Premio Luchetta 2018 a Radio Siani, Grazie e avant...

“… Fare numero, essere in tanti non è solo importante, ma è proprio fondamentale… noi siamo Giancarlo Siani, noi che scr...

Il documentario Dieci storie proprio così in onda su Rai 1 domenica 8 aprile ore 24.00 speciale TG1

Il documentario Dieci storie proprio così in onda ...

Domenica 8 aprile all’interno dello speciale TG1 ore 24.00 sarà trasmesso il documentario, prodotto da RAI CINEMA e JMOV...

Il brindisi di Natale di Radio Siani con il Procuratore Filippelli, la sua squadra e la famiglia Barbaro

Il brindisi di Natale di Radio Siani con il Procur...

Anche quest'anno si è svolto il tradizionale brindisi natalizio presso il bene confiscato al corso Resina di Ercolano (N...

«
»

Tweets

Radio Siani
RT @Fgs_Fondazione: Solidarietà a #MarioDeMichele. La camorra ha sparato contro la sua auto, nel pomeriggio di ieri, nella zona periferica…
Radio Siani
RT @SianiPaolo: Giancarlo dopo 34 anni dalla sua morte, è cittadino onorario alla memoria della città di Torre Annunziata. il consiglio com…
Follow Radio Siani on Twitter

Sponsor Tecnologico

Contact Us

  • Address: Corso Resina n° 62 80056 Ercolano NA
  • Tel: +(039) 08119700927
  • Fax: +(039) 08119700927
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Website: www.radiosiani.com
  • YouTube: RadioSiani
  • Facebook: Radio Siani la Radio della Legalità
  • Twitter: @RadioSiani
  • Instagram: @radiosiani