Legambiente, Chernobyl: Un anniversario per ricordare chi ancora vive nelle zone contaminate

Scritto da  Pubblicato in Ambiente Giovedì, 26 Aprile 2018 13:18

Legambiente continua a impegnarsi con il Progetto Rugiada per accogliere i bambini nelle aree non a rischio

 Nonostante siano passati ormai 32 anni dall’incidente nucleare di Chernobyl, era infatti il 26 aprile 1986 quando il quarto reattore della centrale nucleare ucraina esplose con conseguenze ancora oggi disastrose. Ancora più di 3 milioni di persone vivono in zone radioattive dove i livelli di contaminazione continuano a essere elevati soprattutto nelle derrate alimentari e un’alimentazione con la presenza di radio nuclidi (cesio 137 e stronzio 90) provoca patologie tumorali soprattutto nei bambini, che sono i soggetti più vulnerabili. Ad oggi è stato realizzato un nuovo sarcofago a forma di arco che ricopre il reattore esploso per evitare un’ulteriore diffusione dell’altissima reattività presente al suo interno.

 

“Quella di Chernobyl è la più grave sciagura del nucleare civile mai esistita.- spiega Angelo Gentili responsabile di Legambiente solidarietà- Le conseguenze sono ancora oggi evidenti in Ucraina e in Bielorussia in particolare (il paese colpito dal 70% del fall out radioattivo) dove oltre 1.140.000 persone, di cui 216.000 solo bambini continuano a vivere nelle zone contaminate e ad altissimo rischio. Dobbiamo considerare anche loro tra le vittime del disastro nucleare di 32 anni fa, perché vivendo in condizioni di estrema povertà sono costrette a nutrirsi con i prodotti della loro terra ormai contaminata e condannati quindi a innumerevoli malattie. In primo luogo assistiamo ad un forte abbassamento delle difese immunitarie e alla diffusione tumori, leucemie e altre patologie. Soprattutto i bambini sono infatti le vittime innocenti della catastrofe nucleare ed è per questo che Legambiente continua a occuparsi dell’infanzia nelle zone colpite dalle radiazioni nucleari. Chiediamo pertanto alla Comunità internazionale di non dimenticare la situazione ancora difficile per tantissime famiglie che vivono nelle regioni maggiormente coinvolte. Abbiamo il dovere di occuparci delle popolazioni colpite dal disastro partendo proprio dai bambini, che sono i soggetti più vulnerabili”.

 

Legambiente continua a impegnarsi con il Progetto rugiada (www.solidarietalegambiente.it) contribuendo all’ospitalità ogni anno in una zona non contaminata della Bielorussia di oltre 100 bambini provenienti dalle aree più a rischio con un periodo di soggiorno con alimentazione pulita e controlli medico sanitari. L’ospitalità viene realizzata all’interno del centro speranza dove i piccoli ospiti soggiornano in una struttura ecosostenibile dal punto di vista energetico e che offre loro una particolare assistenza medica per individuare eventuali patologie latenti. Un modo concreto per stare vicini alle popolazioni che hanno subito le conseguenze dell’incidente nucleare del 26 aprile 1986.

 

 

Comunicato Stampa

Video

Iniziative Radio Siani

Premio Luchetta 2018 a Radio Siani, Grazie e avanti tutta

Premio Luchetta 2018 a Radio Siani, Grazie e avant...

“… Fare numero, essere in tanti non è solo importante, ma è proprio fondamentale… noi siamo Giancarlo Siani, noi che scr...

Il documentario Dieci storie proprio così in onda su Rai 1 domenica 8 aprile ore 24.00 speciale TG1

Il documentario Dieci storie proprio così in onda ...

Domenica 8 aprile all’interno dello speciale TG1 ore 24.00 sarà trasmesso il documentario, prodotto da RAI CINEMA e JMOV...

Il brindisi di Natale di Radio Siani con il Procuratore Filippelli, la sua squadra e la famiglia Barbaro

Il brindisi di Natale di Radio Siani con il Procur...

Anche quest'anno si è svolto il tradizionale brindisi natalizio presso il bene confiscato al corso Resina di Ercolano (N...

«
»

Tweets

Radio Siani
RT @MuseoMav: 👉Vulcani e Minerali del Vesuvio Domenica 18 #novembre, ore 11.00. Acquista subito il tuo biglietto ->https://t.co/0rUFPj9v2l…
Radio Siani
#NunziaGionfriddo dà anima e corpo al suo libro "Gli angeli del #rioneSanità" portando sulla scena personaggi del r… https://t.co/4DpGURa5hx
Follow Radio Siani on Twitter

Sponsor Tecnologico

Contact Us

  • Address: Corso Resina n° 62 80056 Ercolano NA
  • Tel: +(039) 08119700927
  • Fax: +(039) 08119700927
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Website: www.radiosiani.com
  • YouTube: RadioSiani
  • Facebook: Radio Siani la Radio della Legalità
  • Twitter: @RadioSiani
  • Instagram: @radiosiani