Il festival di Libero cinema in libera terra, promosso da Cinemovel Foundation e Libera al via con un nuovo format

Scritto da  Pubblicato in Legalità Martedì, 07 Luglio 2020 08:47

LIBERO CINEMA IN LIBERA TERRA 2020, MAFIE, CORRUZIONE E NUOVI DIRITTI SOTTO I RIFLETTORI. AL VIA, CON UN NUOVO FORMAT, LA 15esima EDIZIONE DEL FESTIVAL

Appuntamento con la “Festa Mobile” il 10 luglio h. 12 sulle pagine web di Cinemovel e Libera. 14, 15 e 16 luglio la tre giorni del Festival.
E a settembre il ritorno nei territori

 

BOLOGNA, 6 LUGLIO 2020 - Il festival di Libero cinema in libera terra, promosso da Cinemovel Foundation e Libera. Nomi e numeri contro le mafie con il sostegno di Unipolis (partner istituzionale) e con quello di Miur e Mibac, non si ferma e nell’anno della sua quindicesima edizione si rinnova, presentando un nuovo logo, una nuova sigla e nuova formula, per tenere ancora mafie e corruzione sotto i riflettori, azione indispensabile per promuovere concretamente la costruzione di un nuovo umanesimo fondato sull’affermazione dei diritti universali, umani, sociali, ambientali e condividere l’impegno, sempre più urgente, per “i diritti del nuovo mondo”.

 

LA FESTA MOBILE 2020
A svelare il programma e tutte le novità di questa edizione sarà la “Festa Mobile” di venerdì 10 luglio (h. 12) sulle pagine web di Cinemovel e di Libera. Alla presentazione online di Libero Cinema in Libera Terra, insieme alla presidente di Cinemovel Elisabetta Antognoni e al responsabile per la programmazione Fabrizio Grosoli, porterà le sue riflessioni Luigi Ciotti (fondatore di Libera) e interverranno Pierluigi Stefanini (presidente Fondazione Unipolis) e Marisa Parmigiani (direttrice Fondazione Unipolis). Non mancherà, anche quest’anno, la presentazione dei campi di E!state Liberi! con Claudio Siciliano.


“DIRITTI AL NUOVO MONDO: LIBERO CINEMA INCONTRA”, IL NUOVO FORMAT PER L’EDIZIONE 2020

La Quindicesima edizione di Libero Cinema in Libera Terra partirà martedì 14 luglio e si concluderà tre giorni dopo, giovedì 16 luglio. Lo schermo si accenderà in una piazza virtuale, quella della piattaforma MYmovies, media partner del festival, già insieme a Cinemovel Foundation per l’iniziativa Schermi in Classe - #iorestoacasa.
Il 14 luglio, serata di apertura del festival, avrà come protagonista Luigi Ciotti. Al centro del dibattito lo scottante tema della povertà educativa. Le serate del 15 e 16 luglio saranno dedicate a all’America Latina e all’Africa, due continenti quasi del tutto scomparsi dai “radar” dell’informazione, a cui invece Libero cinema guarda con attenzione, per raccontare nuove storie, per rompere l’isolamento mediatico in cui si trovano, per immaginare una società più equa e giusta e per ri-conoscere la dignità di ogni persona e la sua centralità in ogni nuova progettazione; un’occasione per allargare lo sguardo a quelle persone e a quei luoghi, che oggi è quanto mai urgente rimettere al centro del nostro agire. Dal 10 luglio si potrà prenotare il proprio posto su www.mymovies.it/live/cinemovel.

 

«A causa della pandemia, non sarà possibile montare gli schermi di Libero Cinema nelle piazze italiane. Le ruote del cine-furgone sono costrette a fermarsi» ─ dichiara Elisabetta Antognoni, presidente di Cinemovel ─ «Le ruote possono essere anche di altra natura e lo spirito che caratterizza il nostro viaggio in questo 2020 è ancora più forte. Le radici del nostro albero delle pellicole si sono infatti rafforzate con un fascio di cavi che entra nel mondo digitale. Anche con le ruote ferme l’impegno di Libero Cinema trasforma questo momento di incertezza in "un’opportunità per viaggiare ancora più lontano".

 

Così, nelle tre serate di luglio, prima della proiezione dei film il Festival propone il format “Diritti al nuovo mondo: Libero Cinema incontra”, uno spazio online interattivo condotto da Enrico Fontana, con le interviste a personalità che ci aiuteranno a “leggere” ciò che sta accadendo intorno a noi, insieme al contributo di autori, registi e protagonisti della vita sociale, culturale ed economica di vari Paesi.
Gli incontri si terranno alle 20:45 e alle 21:30 seguirà la proiezione del film.

I film in programma:

 

- Martedì 14 luglio - “La nostra strada”, di Piero Li Donni, Italia 2020, 70’.
Daniel, Simone, Morena e Desirée vivono in una terra di mezzo dominata dal cambiamento e dall’incertezza. Frequentano l’ultimo anno delle medie in via Colonna Rotta, una strada nel cuore di Palermo. Il quartiere è una gabbia, ma a tredici anni la vita è un’avventura da attraversare. Tra la scuola e il lavoro, i primi amori e la famiglia, i quattro protagonisti si affacciano all’universo dell’adolescenza.

 

- Mercoledì 15 luglio - “Il sale della terra”, di Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado, Brasile, Italia,
Francia, 2014, 100 min.
Il film è un viaggio nella vita di Sebastião Salgado. Attraverso le sue fotografie il documentario ci mostra la bellezza della Terra e il mancato rispetto dell’uomo nei suoi confronti. Salgado ha raccontato nei suoi scatti i genocidi africani, i pozzi di petrolio in Medio Oriente, i ricercatori d’oro brasiliani. Il film ha ottenuto una candidatura a David di Donatello, una candidatura a Premi Oscar e ha vinto un premio ai Cesar.

 


- Giovedì 16 luglio - “Appena apro gli occhi: canto per la libertà”, di Leyla Bouzid.
Tunisi, estate 2010, pochi mesi prima della Rivoluzione. La diciottenne Farah si è appena diplomata. Lasua famiglia vorrebbe vederla iscritta alla facoltà di Medicina. Lei invece, cantante in un gruppo politico rock, vuole essere una cittadina attiva impegnata in difesa delle libertà civili.

 


GLI APPUNTAMENTI DI SETTEMBRE PER IL RITORNO NEI TERRITORI

Dopo la tre giorni di luglio, il viaggio di Libero cinema proseguirà nel mese di settembre, periodo di vendemmia che vede tante cooperative impegnate sui beni confiscati. Nelle 6 tappe in programma dal 14 al 20 settembre che toccheranno Lombardia, Toscana, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia, il format “Diritti al nuovo mondo: Libero Cinema incontra” verrà trasmesso online direttamente dai territori con i protagonisti del Festival in dialogo con chi ogni giorno si misura con le fatiche e le speranze di cambiamento.

Dopo questi lunghi mesi, trascorsi in una condizione di allontanamento da alcune essenziali condizioni di ben-essere, Libero Cinema sceglie di dedicare le sue riflessioni e le sue storie ai diritti, con una particolare attenzione al diritto all’educazione, all’accesso e alla partecipazione ad opportunità culturali e sociali per tutti. Dal racconto della liberazione dell'Angola in “Ancora un giorno”, omaggio al reporter Riszard Kapuscinski, al dramma dei migranti con “Fuocoammare”, dalla denuncia del caporalato del musical “The Harvest”, da “Prima che la notte”, biopic sul giornalista Pippo Fava, alla possibilità di un futuro diverso per i ragazzi che nascono in famiglie di 'ndrangheta grazie al programma “Liberi di scegliere” del Tribunale per i minorenni di Reggio Calabria.

«L’invito è a tutti coloro che vogliono unirsi a questo viaggio, porsi in ascolto e sperimentare nuovi punti di vista, con le storie raccontate dalle persone e dai film di Libero Cinema in Libera Terra, la carovana di cinema itinerante che dal 2006 fa tappa sui beni confiscati alle mafie e restituiti alla collettività per raccontare attraverso il cinema storie di denuncia, di impegno, di riscatto, di diritti negati e affermati», ricorda Nello Ferrieri, cofondatore di Cinemovel.
Gli incontri si terranno alle 20:45 e alle 21:30 seguirà la proiezione del film.

 

IL PROGRAMMA

Lunedì 14 settembre
Ore 20.45 - In collegamento da Le querce di Mamre, Centro Diurno per anziani a Galbiate (LC). Bene confiscato alla ’ndrangheta e restituito alla legalità. Ogni settimana con il progetto Memo-Memorie in Movimento, ospita gli studenti di tutta Italia, per condividere una sfida tra passato e futuro.
Ore 21.30 - “Untitled” di Michael Glawogger e Monica Willi. Austria, Germania 2017, 103 min. Un viaggio tra Italia, Balcani e Africa che nel dicembre del 2013 il regista Michael Glawogger sceglie di intraprendere. Serendipity è l’unico concetto e l’unica regola creativa a cui attenersi nel suo percorso.

***

Martedì 15 settembre
Ore 20.45 - In collegamento dalla tenuta di Suvignano, nella campagna senese, simbolo dei beni confiscati alle mafie in Toscana e restituiti alla comunità.
Ore 21.30 - “Ancora un giorno – Another day of life” di Raúl de la Fuente, Damian Nenow. Polonia
2018, 85 min. Un piccolo gioiello d’animazione e repertorio basato sull’omonimo libro del grande reporter e scrittore polacco, Ryszard Kapuscinski. La liberazione dell’Angola, nel 1975, diventa una pagina di storia appassionante. European Film Award e Premio Goya come miglior film d’animazione.


***


Mercoledì 16 settembre
Ore 20.45 - In collegamento dalla Cooperativa Al di là dei Sogni, Maiano di Sessa Aurunca (CE). Dal 2004 su un bene confiscato alla camorra grazie a una fattoria didattica, all'agricoltura sociale e al turismo responsabile e sostenibile, i soggetti appartenenti a “fasce deboli” possono trovare la dignità di nuovi percorsi di vita.
Ore 21.30 - “Fuocoammare” di Gianfranco Rosi. Italia 2016, 107 min. Orso d’oro a Berlino 2016. Seguendo il suo metodo di totale immersione, Rosi si è trasferito per più di un anno sull’isola di Lampedusa, terra di approdo per migliaia di migranti, per raccontare la vita di Samuele, un bambino i 12 anni che va a scuola, ama tirare con la fionda e andare a caccia.


***

Giovedì 17 settembre
Ore 20.45 - In collegamento dalla Cooperativa Pietra di Scarto, Cerignola (FG). Su un bene confiscato dedicato alla memoria di Francesco Marcone, tanti ragazzi danno un'opportunità di inserimento lavorativo a persone che provengono da situazioni di fragilità e a rischio di esclusione sociale, seguendo il motto di Danilo Dolci per cui “ciascuno cresce solo se sognato”.
Ore 21.30 – “The Tharvest” di Andrea Paco Mariani. Italia 2017, 73 min. Una denuncia del caporalato tra musical di Bollywood, inchiesta, fiction. Il film racconta la vita delle comunità Sikh stanziate nella zona dell’Agro Pontino e il loro rapporto con il mondo del lavoro. Miglior documentario Noida International Film Festival, selezione ufficiale Delhi International Film Festival e
IDFA DOC for sale.


***

Sabato 19 settembre
Ore 20.45 - In collegamento dalla Cooperativa Valle del Marro, Polistena (RC). Su un bene confiscato alla ’ndrangheta nasce il Centro Polivalente Don Pino Puglisi che raccoglie le esperienze di valore del territorio restituendo ai giovani e alle famiglie del territorio  un’alternativa all’arroganza e alla violenza mafiosa.
Ore 21.30 – “Parola d’onore” di Sophia Luvarà. Italia 2020, 84 min.
In Calabria, il giudice Di Bella lotta contro la ‘ndrangheta allontanando i figli adolescenti dei boss dalle loro famiglie, convinto che per questi ragazzi esista un’alternativa. Con il programma ‘Liberi di scegliere’ esiste una via di uscita per chi altrimenti sarebbe destinato a rimpiazzare i propri padri all’interno dei ranghi della feroce società criminale che si è infiltrata nel mondo intero: la ‘ndrangheta.


***

Domenica 20 settembre
Ore 20.45 - In collegamento da Catania, dalla piazza intitolata al commissario Beppe Montana, ucciso dalla mafia.
Ore 21.30 – “Prima che la notte” di Daniele Vicari. Italia 2018, 120 min. La storia del giornalista Pippo Fava che nella Catania degli anni ’80 darà vita a un giornale, “I Siciliani”, la cui redazione sarà composta da giovani giornalisti. L’obiettivo è raccontare il fenomeno mafioso nella città etnea.

 


CREDITS
Libero Cinema in Libera Terra è promosso da: Cinemovel Foundation e Libera, associazioni, nomi e numeri contro le mafie
Partner istituzionale: Fondazione Unipolis
Con il sostegno di: Miur e MiBACT
Main partner: BNL Gruppo BNP Paribas
Solidal partner: Coop Alleanza 3.0
Creative partner: Lucrezia Gismondi; Articolture; Frames on the Moon
Media partner: Internazionale; MYmovies; Libera Informazione


Per aggiornamenti e per seguire il viaggio della carovana


www.cinemovel.tv , www.facebook.com/cinemovel/ ; www.twitter.com/cinemovel


Hashtag
#liberocinema2020
#dirittialnuovomondo
#liberocinemaincontra
Contatti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

cs

Iniziative Radio Siani

Premio Luchetta 2018 a Radio Siani, Grazie e avanti tutta

Premio Luchetta 2018 a Radio Siani, Grazie e avant...

“… Fare numero, essere in tanti non è solo importante, ma è proprio fondamentale… noi siamo Giancarlo Siani, noi che scr...

Il documentario Dieci storie proprio così in onda su Rai 1 domenica 8 aprile ore 24.00 speciale TG1

Il documentario Dieci storie proprio così in onda ...

Domenica 8 aprile all’interno dello speciale TG1 ore 24.00 sarà trasmesso il documentario, prodotto da RAI CINEMA e JMOV...

Il brindisi di Natale di Radio Siani con il Procuratore Filippelli, la sua squadra e la famiglia Barbaro

Il brindisi di Natale di Radio Siani con il Procur...

Anche quest'anno si è svolto il tradizionale brindisi natalizio presso il bene confiscato al corso Resina di Ercolano (N...

«
»

Tweets

Radio Siani
RT @Fgs_Fondazione: Solidarietà a #MarioDeMichele. La camorra ha sparato contro la sua auto, nel pomeriggio di ieri, nella zona periferica…
Radio Siani
RT @SianiPaolo: Giancarlo dopo 34 anni dalla sua morte, è cittadino onorario alla memoria della città di Torre Annunziata. il consiglio com…
Follow Radio Siani on Twitter

Sponsor Tecnologico

Contact Us

  • Address: Corso Resina n° 62 80056 Ercolano NA
  • Tel: +(039) 08119700927
  • Fax: +(039) 08119700927
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Website: www.radiosiani.com
  • YouTube: RadioSiani
  • Facebook: Radio Siani la Radio della Legalità
  • Twitter: @RadioSiani
  • Instagram: @radiosiani