Terminate le Paralimpiadi di Rio. Un' edizione da sogno per lo sport azzurro.

Scritto da  Pubblicato in Sport Lunedì, 19 Settembre 2016 10:55

Allo Stadio Maracanà di Rio de Janeiro, all’1 di notte in Italia, si è infatti tenuta la cerimonia di chiusura dei Giochi Paralimpici . Tante le emozioni che gli atleti italiani ci hanno saputo regalare, un’ edizione che resterà a lungo negli annali.
Trentanove medaglie, dieci ori, quattordici argenti e quindici bronzi. Un risultato sorprendente, ma che va oltre, perché questi atleti, hanno dimostrato al mondo intero che con la volontà , la passione e la perseveranza nulla è impossibile. Hanno acceso un faro di speranza sulla disabilità, su quei diritti troppo spesso negati.
Queste donne e uomini sono stati capaci di abbattere la barriera dell’ indifferenza o peggio ancora della superficialità di noi normodotati nell’ approccio verso questo tema.
Anche la delegazione campana ha ben figurato. In sette hanno rappresentato la nostra regione, un trend in crescita, quattro anni fa a Londra la Campania si presentava con 3 atleti.
Alla vigilia la più attesa era senza dubbio Assunta Legnante. Il cannoncino napoletano non ha deluso le aspettative, ha difeso il titolo conquistato a Londra, vincendo di misura l’oro nel lancio del peso. Quarto posto con qualche rammarico invece nel lancio del disco.
Per il nuoto campano ottimo il bronzo nei 50 metri dorso s3 di Vincenzo Boni, mentre l’instancabile Emanuela Romano in tutte le gare è sempre entrata in finale. Peccato per la Staffetta 4x50 stile libero ( Vincenzo Boni, Arjola Trimi, Valerio Taras, Emanuela Romano) che si è fermata ai piedi del podio.
Impresa negata per Emanuele Di Marino . L’atleta azzurro aveva chiuso la semifinale col terzo tempo dietro agli statunitensi Woodhall e Rogers nei 400 metri. Purtroppo, alla prima curva, Di Marino ha calpestato la linea della corsia accanto, rimediando una squalifica. Un verdetto scoperto solo al termine della gara.
Per il canottaggio 10 posto per i quattro Con LTA Mix, sull’ imbarcazione azzurra c’erano Tommaso Schettino e Peppiniello di Capua .
Nono posto invece per Gianni Sasso nel paratriathlon, accolto come una star al rientro nella sua Ischia.



SULLO STESSO ARGOMENTO POTREBBE INTERESSARTI:

Assunta Legnante il cannoncino napoletano ( intervista) 

Emanuela Romano lo squalo napoletano a Rio (intervista)

Al via le Paralimpiadi di Rio

Video

Iniziative Radio Siani

Il documentario Dieci storie proprio così in onda su Rai 1 domenica 8 aprile ore 24.00 speciale TG1

Il documentario Dieci storie proprio così in onda ...

Domenica 8 aprile all’interno dello speciale TG1 ore 24.00 sarà trasmesso il documentario, prodotto da RAI CINEMA e JMOV...

Il brindisi di Natale di Radio Siani con il Procuratore Filippelli, la sua squadra e la famiglia Barbaro

Il brindisi di Natale di Radio Siani con il Procur...

Anche quest'anno si è svolto il tradizionale brindisi natalizio presso il bene confiscato al corso Resina di Ercolano (N...

Dieci storie

Dieci storie

Mercoledì 13 dicembre, a margine della proiezione del documentario "Dieci storie proprio così", sono intervenu...

«
»

Sponsor Tecnologico

Contact Us

  • Address: Corso Resina n° 62 80056 Ercolano NA
  • Tel: +(039) 08119700927
  • Fax: +(039) 08119700927
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Website: www.radiosiani.com
  • YouTube: RadioSiani
  • Facebook: Radio Siani la Radio della Legalità
  • Twitter: @RadioSiani